Beccalossi su Eriksen: “Vuole essere protagonista, ma servono i fatti”

Le parole dell’ex centrocampista nerazzurro, con l’Inter dal 1978 al 1984

di Cesare Milanti, @cesaremilanti

Evaristo Beccalossi, intervistato sulle pagine de La Gazzetta dello Sport, ha parlato di Christian Eriksen, in difficoltà in quest’avvio di campionato sotto la guida tecnica di Antonio Conte. Secondo l’ex fantasista nerazzurro, lo sfogo del danese dal ritiro della sua Nazionale non può che essere un fattore positivo.

Ecco, dunque, le parole di Beccalossi: “Il suo sfogo? Bisogna leggerlo in maniera positiva: ha esternato la volontà di giocare ed essere protagonista, quindi ci vedo il desiderio di dimostrare di essere da Inter e di voler dare il contributo ad una squadra che si è attrezzata per essere protagonista in tutte le competizioni. Come può capovolgere le gerarchie? Lasciando il segno in campo, ogni volta che ne avrà l’occasione. Deve mettere la sua grande qualità a disposizione della squadra, a prescindere dalla posizione occupata in campo e dal minutaggio. Servono i fatti, che sono incontestabili. Antonio è un tecnico molto attento a queste cose; guardate Bastoni: è partito piano ed oggi è un valore aggiunto“.

Poi, ha aggiunto: “A volte incide un po’ il carattere: lui magari è un tipo timido che ha bisogno di più tempo per adattarsi ad un nuovo Paese. Eriksen, comunque, vuole essere protagonista, e non c’è punto di partenza migliore per dimostrare di essere un valore aggiunto“.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy