Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

CALHANOGLU INTER

Calhanoglu (CdS): “Inter, qui perché voglio vincere. Skriniar? Impressionante”

Hakan Calhanoglu (@Getty Images)

Il centrocampista nerazzurro: "Non ho mai avuto dubbi sull'Inter: sono in una società importante"

Alessio Murgida

Calhanoglu ha raccontato i primi mesi in nerazzurro ai microfoni del Corriere dello Sport: dall'esperienza con Inzaghi ai compagni di squadra fino alle ambizioni di questa stagione. Questi i passaggi più importanti dell'intervista:

 Hakan Calhanoglu (@Getty Images)

Quante squadre hanno provato a ingaggiarla quest’estate?

"Meglio se lo chiedete al mio agente. Io non ho parlato con nessuno perché ero impegnato all’Europeo e pensavo solo alla Turchia. Lui sapeva che doveva trovarmi la migliore soluzione possibile e lo ha fatto".

Quando è arrivato all’Inter e ha visto partire prima Hakimi e poi Lukaku, non ha pensato di aver sbagliato scelta?

"Mai. Sapevo che loro due avevano svolto un grande lavoro qua e hanno tutto il mio rispetto. É normale che, in un momento economico complicato a causa del Covid, non sia facile tenere grandi giocatori che hanno offerte importanti. Il bene del club va messo davanti a tutto. Io sono sempre rimasto concentrato sul mio lavoro perché sapevo di essere venuto in una grande società".

 Calhanoglu (@Getty Images)

Si aspettava una partenza con 13 punti nelle prime 5 giornate?

"La definirei normale quando indossi la maglia dell’Inter. Conoscevo il valore dei miei nuovi compagni e quello di Inzaghi. Nella nostra c'è il desiderio di andare avanti a tutti e restarci fino alla fine".

Anche lei, come Brozovic, è sicuro che passerete il turno in Champions League?

"Brozo ha espresso un concetto giusto perché contro il Real Madrid abbiamo giocato molto bene e meritavamo di vincere. Con altre cinque gare però il nostro futuro europeo è ancora aperto: vogliamo passare il turno e ci riusciremo".

 Simone Inzaghi (@Getty Images)

Com’è Inzaghi come tecnico?

"Prima di firmare per l’Inter ho parlato più volte al telefono con lui e da quello che mi diceva, si vedeva che mi voleva. Il mister è uno che punta sempre a vincere, ma lo avevo capito anche giocandoci contro. Con lui ho instaurato un grande feeling: mi piace il suo modo di lavorare, l’adrenalina che ti trasmette e le motivazioni che ti dà".

Nel nuovo ruolo come si trova?

"Nel Milan da '10' ero più libero perché avevo davanti un solo attaccante, mentre ora ce ne sono due e devo tornare, aprire il gioco e recuperare il pallone. In fondo non ci sono troppo differenze. Credo di aver fatto un buon lavoro finora anche perché sto imparando la tattica e i movimenti della mezzala".

 Milan Skriniar e Hakan Calhanoglu (@Getty Images)

Chi tra i suoi nuovi compagni l’ha impressionata di più?

"Se volete solo un nome dico Skriniar, una grande persona, un grande difensore e un grande carattere".

tutte le notizie di