Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

scudetto inter

Da Lukaku a Barella: i giocatoti dell’Inter raccontano la svolta Scudetto

Da Lukaku a Barella: i giocatoti dell’Inter raccontano la svolta Scudetto

Tutte le parole dei protagonisti della vittoria

Raffaele Digirolamo

La festa Scudetto si avvicina. Nonostante la matematica sia arrivata ormai da qualche settimana, domenica alle 15:00 in occasione del match casalingo contro l'Udinese ci sarà la celebrazione per il 19° scudetto della storia dell'Inter, arrivato al termine di una cavalcata incredibile. Nel Match Day Programme della partita di domenica, tutti i giocatori nerazzurri hanno raccontato il loro momento chiave che ha portato alla vittoria.

DIFESA

—  

HANDANOVIC - "Le vittorie importanti come quelle contro Juventus, Lazio ed Atalanta. L'eliminazione dalla Champions è stato un duro colpo ma ci siamo subito compattati e in questi scontri diretti abbiamo capito di essere più forti"

DE VRIJ - "La partita contro l'Atalanta è stata un momento chiave: sapevamo che eravamo forti e che avremmo potuto conquistare il nostro obiettivo, ma dopo quella vittoria personalmente ne sono stato ancora più convinto".

KOLAROV - "La vittoria a San Siro contro la Juventus per me è stato il momento che ci ha dato la consapevolezza di essere forti, di poter superare qualunque avversario, di essere pronti a prenderci lo Scudetto". 

RANOCCHIA - "Scelgo il successo di Crotone perché sapevamo che eravamo ad un passo dal raggiungere il nostro obiettivo ed eravamo consapevoli che per arrivarci dovevamo solo vincere e così abbiamo fatto".

YOUNG - "Tutti! Vincere la Serie A è esattamente il motivo per cui sono venuto all'Inter, è stato incredibile conquistare lo scudetto dopo 11 anni. Personalmente significa tanto essere il primo inglese della storia interista a vincere Premier League e Serie A". 

PADELLI - "Dico il derby di ritorno, senza alcun dubbio. Lì ho capito che saremmo riusciti a centrare il nostro obiettivo e che avremmo festeggiato a fine stagione". 

STANKOVIC - "Una stagione che non dimenticherò mai, far parte di questo gruppo è motivo d'orgoglio e vincere al primo anno in prima squadra è un'emozione che mi accompagnerà per sempre". 

DARMIAN - "Segnare il gol contro l'Hellas Verona per me è stato il momento Scudetto: una rete pesantissima che ci ha avvicinati al nostro traguardo. Ho aperto le braccia e corso come da bambino prima di essere sommerso dall'abbraccio di tutti".

SKRINIAR - "Inter-Atalanta è stato un match perfetto sotto tutti i punti di vista: abbiamo vinto uno scontro diretto, ho deciso la partita con il gol e abbiamo chiuso con un clean sheet contro il miglior attacco del campionato". 

RADU - "In questa stagione ho realizzato due sogni: il primo è stato vincere lo Scudetto insieme ad un gruppo fantastico, il secondo è stato tornare a giocare in prima squadra e farlo per la prima volta da titolare, un'emozione incredibile". 

BASTONI -"La vittoria contro la Juventus ci ha dato consapevolezza: era da tanto che provavo a mettere una palla come quella che ha lanciato Barella in porta, averlo fatto in quella partita è stato ancora più bello". 

D'AMBROSIO - "Il momento Scudetto per me è stato il sorpasso sul Milan. A livello personale è stato importante il gol contro il Cagliari, nel finale di partita abbiamo rimontato il risultato ed è stato il mio ventesimo gol con questa maglia".

CENTROCAMPO

—  

BROZOVIC - "I successi negli scontri sono stati tutti fondamentali, aver ottenuto quelle vittorie contro le squadre che ambivano al nostro stesso obiettivo ci ha fatto capire che saremmo stati noi a tagliare quel traguardo". 

ERIKSEN - "Sia a livello personale che di squadra dico Crotone: un gol pesantissimo che ci ha dato davvero la certezza di essere ad un passo dal titolo!"

PERISIC - "Ad inizio stagione ho capito subito che ci saremmo tolto grandi soddisfazioni: un allenatore vincente ed un gruppo straordinario. Questo è il momento!"

HAKIMI - "A livello di squadra sono stati fondamentali i successi contro Juventus e Milan, mentre a livello personale scelgo la doppietta messa a segno contro il Bologna".

SENSI - "La vittoria contro la Juventus ci ha dato una grande spinta a livello psicologico, ci ha permesso di acquisire ancora più consapevolezza e di dare il via ad un filotto di vittorie".

GAGLIARDINI - "Il 3-0 dell'andata contro il Sassuolo è stato importante, perché abbiamo ribadito la forza di questo gruppo in uno dei momenti più complicati del campionato. Segnare è stato eccezionale". 

VIDAL - "Scelgo il mio gol contro la Juventus, una rete che ha dato il via ad una vittoria importante, una prova di forza che ci ha dato molta fiducia per arrivare fino in fondo a conquistare lo Scudetto". 

VECINO - "A livello personale, la vittoria contro il Cagliari perché è stata la mia presenza numero 100 con la maglia nerazzurra, mentre a livello di squadra sicuramente il successo contro la Juventus". 

ATTACCANTI

—  

LUKAKU - "Può sembrare strano ma scelgo il derby d'andata: è stato difficile, ma sapevamo di essere stati la squadra più forte. Quella partita ci ha dato l'energia per iniziare il nostro percorso verso lo Scudetto". 

LAUTARO MARTINEZ - "Non ho nessun dubbio: il derby contro il Milan vinto 3-0. In questa partita c'è tutta la voglia di vincere di questa squadra, di lottare insieme, c'è la forza del gruppo: essere stato protagonista con una doppietta è stato un privilegio".

SANCHEZ - "La mentalità del gruppo mi ha fatto capire da subito che non avremmo mai mollato: a livello personale, è stato importante aver contribuito a portare punti alla squadra quando ho giocato". 

PINAMONTI - "Ho due momenti che hanno segnato questa bellissima cavalcata: a livello di squadra la vittoria nel derby di Milano, una partita speciale e decisiva, personalmente il mio primo gol contro la Sampdoria".

tutte le notizie di