I Verdi di Milano contro la festa della Curva Nord: “Tifosi poco rispettosi, no ai giardini Montanelli come location”

I Verdi di Milano contro la festa della Curva Nord: “Tifosi poco rispettosi, no ai giardini Montanelli come location”

Il tifo organizzato nerazzurro compie 50 anni

di Alexander Ginestous, @AGinestous
intervista caravita

Nella giornata di domenica 30 giugno, ai giardini Indro Montanelli a Milano, si svolgerà la festa per i 50 anni della Curva Nord dell’Inter. L’appuntamento è stato confermato dal Comune di Milano che ha dato il permesso per l’iniziativa, scaturendo allo stesso tempo le forti proteste dei Verdi, preoccupati per la tutela del giardino.

Attraverso un duro comunicato, Elena Grandi, co-portavoce nazionale dei Verdi e assessore al verde e all’ambiente del municipio 1 a Milano, e Mariolina De Luca, co-portavoce dei Verdi di Milano, hanno voluto esprimere il loro dissenso all’evento: “Nonostante le ripetute delibere del Consiglio cittadino del Municipio 1, in cui abbiamo chiesto di vietare le manifestazioni che mettono a rischio l’equilibrio naturale dei parchi monumentali della città, alla Curva Nord è stato permesso di celebrare il mezzo secolo di vita ai Giardini Montanelli. Tra musica, dibattiti e vendita di cibo e alcolici, per un giorno il parco si trasformerà in un luogo di eccessi e risse potenziali, in balia di migliaia di tifosi che si sono sempre distinti per essere violenti, pericolosi e ben poco rispettosi dei luoghi, delle persone e delle leggi. La festa della Curva Nord poteva, e doveva, svolgersi altrove. Allo stadio Meazza o nel piazzale antistante, non certo in un luogo che appartiene a tutti i cittadini: bambini, genitori, nonni, studenti, turisti…”. Nel manifesto di presentazione dell’evento però, sono comunque stati inseriti diverse attività dedicate per bambini e ragazzi.

Skriniar vota Icardi “Se resta siamo contenti. Con Conte nuove aspettative, vogliamo lottare per lo Scudetto”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy