Inter-Borussia Dortmund, Conte (Sky): “Avevano paura di noi. Barella? Averne di giocatori come lui!”

Inter-Borussia Dortmund, Conte (Sky): “Avevano paura di noi. Barella? Averne di giocatori come lui!”

Il tecnico nerazzurro commenta così la grande vittoria contro il club tedesco

di Simone Frizza, @simon29_

Non può che essere soddisfatto, Antonio Conte, della grande vittoria che i suoi ragazzi hanno ottenuto contro il Borussia Dortmund. Grazie ai gol di Lautaro Martinez e Candreva, infatti, l’Inter ha strappato i tre punti nel delicato scontro diretto contro i gialloneri. Le parole del mister ai microfoni di Sky.

Partita e rapporto coi calciatori – «Tre punti pesantissimi. Penso che sia importante instaurare un certo rapporto con i calciatori. Alla fine quando sei onesto e dici le cose in faccia il giocatore può anche rimanerci male, ma alla fine apprezza perché sa che sei vero e preferisci una brutta verità ad una bella bugia».

Prova di maturità – «La sensazione avuta dalla panchina è che il Borussia Dortmund ha cambiato sistema, il che significa che avevano paura della nostra fase offensiva, mettendosi a cinque dietro. È stata una partita tattica, hanno voluto giocare a specchio ma noi siamo stati bravi perché avevamo preparato un’altra partita. Quando poi sono tornati al 4-2-3-1 siamo stati bravi a consolidare la vittoria, non era semplice anche nella situazione in cui siamo, con diversi calciatori infortunati. Sono contento per loro, queste sono notti che ripagano i loro sacrifici. L’anno scorso han lavorato tanto con Luciano (Spalletti, ndr) per arrivare in Champions, e ora siamo vivi e possiamo continuare a inseguire l’obiettivo di passare il turno. Ora però testa al Parma, che arriva tra neanche tre giorni. La partita più difficile è quella di sabato, non quella di oggi».

Pressing – «Se dai campo al Borussia Dortmund loro sono devastanti. Noi abbiamo scelto il centrocampo come zona dove pressare ma non alti, se non quando c’era la possibilità di farlo. Ai miei ragazzi avevo raccomandato di non perdere palloni in fase di costruzione. Pensavamo venissero a pressarci alti, invece siamo stati bravi a costruire da dietro, cosa che a Sassuolo abbiamo sbagliato diverse volte».

Tre centrocampisti – «Noi lavoriamo tanto anche in costruzione, quindi Barella, Gagliardini e Brozovic hanno fatto una grande partita in entrambe le fasi. A Brozo spesso piace giocare, a me piace vederlo giocare però in fase di non possesso serve rimanere in posizione, quindi ogni tanto gli tiro le orecchie (ride, ndr). Ora recuperiamo le energie e sappiamo che la prossima partita che dovremo giocare da loro sarà dura, ma sappiamo anche che possiamo giocarcela. Ora però, prima, proiettiamoci alla partita di sabato».

Esposito – «Io l’ho detto più volte, sarei stato un folle a non fidarmi di Sebastiano in una partita così. Sa che deve volare basso e rimanere coi piedi per terra, mi è dispiaciuto che non sia andato al Mondiale con la sua nazionale ma penso che qualcuno se ne sia fatta una ragione ora».

Ammonizioni Barella – «Nicolò è un ragazzo generoso, stiamo lavorando anche sotto questo punto di vista ma a volte mi viene l’ansia quando prende il giallo dopo 10-15 minuti. Però averne di giocatori con la sua voglia e determinazione».

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Le PAGELLE di Inter-Borussia Dortmund: De Vrij fa tutto, Lautaro quasi perfetto. Che esordio per Esposito!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy