Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

INTER LIVERPOOL CONFERENZA INZAGHI

Inter-Liverpool, Inzaghi: “Ci meritiamo match del genere. Lautaro o Sanchez? 50/50”

Inter-Liverpool, Inzaghi: “Ci meritiamo match del genere. Lautaro o Sanchez? 50/50” - immagine 1

Le parole del tecnico nerazzurro prima di Inter-Liverpool

Alessio Murgida

É la vigilia di Inter-Liverpool, il ritorno negli ottavi di finale di Champions League per i nerazzurri dopo dieci anni dall'ultima volta. Mister Simone Inzaghi, insieme ad Hakan Calhanoglu, sono pronti per parlare in conferenza stampa alle 13.45. La redazione di Passione Inter vi terrà aggiornata con la diretta testuale della conferenza.

Inter-Liverpool, Inzaghi: “Ci meritiamo match del genere. Lautaro o Sanchez? 50/50”- immagine 2

Questa distanza tra club inglesi e italiani può essere ridotta in un doppio confronto?

"Sono squadre molto forti, ognuno di loro ha vinto il girone tranne il Chelsea. Il Liverpool è tra le più forti, ma tutti noi ci meritiamo di giocare partite del genere. Sappiamo che sarà molto difficile ma noi cercheremo di fare del meglio".

Come vedi la partita di domani?

"Sulla carta penso che il Liverpool sia favorita ma le partite vanno sempre giocate. Chiederò ai ragazzi di scendere in campo per proporre il nostro gioco, con la mente libera. La determinazione farà la differenza, i miei ragazzi lo hanno dimostrato finora che ne hanno da vendere".

Adesso l'Inter ha una dimensione più europea?

"Sabato abbiamo giocato un'ottima partita contro il Napoli, squadra molto forte. Nel primo tempo abbiamo fatto una partita normale, poi siamo rimasti uniti. Il secondo tempo è ciò che mi dà grande fiducia anche per la partita di domani".

Perché dovrebbe giocare Lautaro e perché dovrebbe giocare Sanchez?

"Hanno la stessa possibilità di giocare. Bisognerà valutare le condizioni di tutti e tre gli attaccanti, dipende da questo: ho la fortuna di avere dei giocatori molto molto maturi che accettano sempre le scelte. Io cerco di farli ruotare".

Quanto dà fastidio avere quell'asterisco per il recupero contro il Bologna?

"È successo, quindi dobbiamo accettarlo. Mi capita spesso, un anno alla Lazio mi sono trascinato una partita contro l'Udinese. Comunque ci penseremo a tempo debito. Ora la priorità è il Liverpool?"

Quanta è grande la voglia di giocare una partita così importante?

"Il primo step era quello di superare i gironi. Abbiamo di fronte un top club ora, con individualità fortissime. Noi ce la giocheremo con le nostre motivazioni".

Si aspettava di arrivare al Liverpool con i punti persi contro Milan e Napoli?

"Sapevamo del calendario. Io sono molto molto soddisfatto delle prestazioni. Per 70 minuti abbiamo fatto un grande derby, con il Napoli un ottimo secondo tempo. Ovviamente non sono soddisfatto per quello che abbiamo raccolto, ma per quello che abbiamo espresso assolutamente sì. Con Milan, Napoli e anche Juventus ce la giocheremo fino all'ultimo".

Avete visto anche le partite tra il Liverpool e il Milan per prepararvi?

"Insieme allo staff abbiamo visto anche quelle gare, soprattutto quelle più recenti. È una squadra intensa con una grandissimo allenatore. Dobbiamo essere bravi sia in fase di possesso che in fase di non possesso. Ti posso creare sempre problemi in ogni parte del campo".

tutte le notizie di