La moviola: male Rocchi in Udinese-Inter, mancano due rigori! E De Maio-Icardi è di un’evidenza cristallina

La moviola: male Rocchi in Udinese-Inter, mancano due rigori! E De Maio-Icardi è di un’evidenza cristallina

Ecco tutti gli episodi raccontati dai quotidiani sportivi

di Marco Accarino

Nella serata di ieri la partita tra Udinese ed Inter non ha presentato notevoli complicazioni dal punto di vista della regolare disciplina e dell’aspetto arbitrale. Ci sono stati però due contatti sospetti – rispettivamente uno nell’area dell’Inter ed uno nell’area dell’Udinese – che hanno lasciato qualche dubbio: il primo riguarda il contatto tra Marcelo Brozovic e Rolando Mandragora a fine primo tempo, il secondo riguarda il contatto tra De Maio e Mauro Icardi nella ripresa. Ecco come li hanno valutati le moviole dei principali quotidiani sportivi:

LA GAZZETTA DELLO SPORT – “Allo scadere dei primi 45 nell’area dell’Inter Mandragora va via a Brozovic che lo atterra platealmente, ma Rocchi è irremovibile e il Var Doveri non gli suggerisce la review: perché? Male: era da rigore. Al 72’ De Maio prende in pieno Icardi, ma il pallone è già fuggito via, ciccato dall’argentino. Qualche dubbio”.

CORRIERE DELLO SPORT – “Non è da rigore il contatto Brozovic-Mandragora. Mandragora, infatti, è già in caduta (e prima trascina il piede destro) prima che Brozovic affondi (o così sembra) l’eventuale spinta col braccio destro, in quell’attimo ancora raccolto. Il VAR Doveri fa bene a non intervenire. Non è rigore nemmeno quello su Icardi: c’è appena un tocco di De Maio”.

TUTTOSPORT “Applica una singolare par condicio negando un rigore a testa: Brozovic-Mandragora in area nerazzurra, De Maio-Icardi in quella friulana. Con il secondo episodio di un’evidenza cristallina”.

piuletto

Bomba dalla Spagna: “L’Inter ha offerto 100 milioni per Asensio”. Ecco la risposta del Real Madrid

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy