Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Giochi 2026, Malagò: “Il CIO ha già dato l’ok per la cerimonia a San Siro. Futuro? Va bene tutto, ma rispettino la scadenza”

Il presidente del CONI non vuole rischiare di farsi trovare impreparato

Lorenzo Della Savia

"E' circolata in mattinata, la notizia: Inter e Milan starebbero riprendendo in considerazione l'idea di costruire lo stadio a Sesto San Giovanni e non a Milano: e questo per i motivi che sappiamo, il solito tira e molla tra squadre e Comune, le esigenze delle une e dell'altro. Sono, in sostanza, le solite cose: ma è lapalissiano che non convenga a nessuno, se non altro perché a Milano rimarrebbe un San Siro inutilizzato che, però, nel 2026 dovrà farsi trovare pronto per la cerimonia d'apertura delle Olimpiadi di Milano-Cortina. Un tema che ha portato anche Giovanni Malagò, presidente del CONI, ad esporsi sulla questione.

""Non voglio entrare a gamba tesa su un argomento che vede il comitato olimpico coinvolto solo per un motivo, ovvero che San Siro sia stato inserito nel dossier come sede della cerimonia inaugurale - ha detto a Sky Sport, intervistato a margine di Lo sport oltre lo sport, un evento organizzato dal quotidiano Il Foglio - Abbiamo sempre detto a tutti che San Siro sarebbe potuto rimanere così, che sarebbe potuto essere ristrutturato o che venisse realizzato un nuovo San Siro. Queste tre situazioni sono state accettate dal CIO, perciò siamo rispettosi di quello che succede. Qualsiasi tipo di opera, però, deve tener conto che ci sia questa scadenza".

""Lo stadio di San Siro è un grande stadio per capienza e storia, ma oggi i parametri per fare un certo tipo di manifestazioni sono altri - ha aggiunto - L'unico palazzetto dello sport di un certo livello è fuori comune, ad Assago. Le Olimpiadi Milano-Cortina possono trascinare ulteriormente una città che già aveva tanti cavalli e molti cilindri, basta pensare solo al nuovo Palazzetto di Santa Giulia".

https://www.passioneinter.com/senza-categoria/aspettando-il-lieto-fine-barella-riparte-leggendo-fiabe-e-i-tifosi-sono-con-lui/