21 Marzo 2024

Oaktree fa muro, Zhang non molla: ultimo tentativo disperato

Tra due mesi scadranno i termini del prestito

Zhang Kangyang or Steven Zhang, center, chairman of the Italian football club Inter Milan, attends an Inter Milan activity during the First China International Import Expo (CIIE 2018) in Shanghai, China, 8 November 2018. Argentine former football player Javier Zanetti and Zhang Kangyang or Steven Zhang, chairman of the Italian football club Inter Milan attended an activity during the First China International Import Expo (CIIE 2018) in Shanghai, China, 8 November 2018.

Sembra quasi una partita a scacchi quella tra Suning e Oaktree. La nuova postura assunta dal fondo americano, orientato a rifiutare la richiesta di riscadenzamento del prestito dal 20 maggio 2024 al 2026, rischia di far perdere alla famiglia Zhang il controllo dell’Inter nel giro di pochi mesi.

Nonostante la situazione complicata, il presidente nerazzurro vorrebbe giocarsi il tutto per tutto per strappare il sì definitivo ad Oaktree per il rinnovo del prestito. Pur di non perdere la sua Inter, Zhang sarebbe disposto ad accettare di chiudere il nuovo accordo con tassi d’interesse al 20%: un aumento netto e rischiosissimo rispetto al 12% dell’ultimo triennio.

Anche questa ipotesi, però, non sembra smuovere più di tanto il fondo americano che giorno dopo giorno inizia a pregustare sempre più la possibilità di tenersi per qualche tempo il controllo del club nerazzurro prima di cederlo ad un altro acquirente. Una missione che si fa per Zhang complicatissima, ma per la quale il numero uno dell’Inter non si è ancora completamente rassegnato, anzi…