Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

TS – ‘Il patto di Appiano’: così Conte ha rivoluzionato l’Inter. Decisiva la svolta di Reggio Emilia

Esultanza (@Getty Images)

Il tecnico leccese si è convinto a cambiare dopo la disfatta contro il Real Madrid a San Siro

Antonio Siragusano

"Come sottolineato da Antonio Conte dal primo giorno in cui ha messo piede all'interno del mondo Inter, per far tornare il club nerazzurro al successo ci sarebbe voluto di tempo e pazienza, in un lungo percorso in cui non sarebbero mancati anche i momenti complicati e gli errori da cui imparare. Se la formazione interista si trova oggi al primo posto in classifica, molto si deve anche all'esperimento fallito di inizio stagione in cui l'allenatore aveva provato ad inserire il trequartista con un atteggiamento collettivo sicuramente più spregiudicato del solito.

 Conte (@Getty Images)

"Un sistema tattico che, dopo la disfatta interna subita in Champions League contro il Real Madrid, ha convinto lo stesso Conte a mettere in cantina 'il trequartista', cercando una via di mezzo che non sbilanciasse troppo la sua squadra. In tal senso, è stato decisivo quello che Tuttosport stamattina ha definito come il 'Patto di Appiano', simbolicamente tanto significativo quanto era stato pochi mesi prima il 'Patto di Villa Bellini'. Se in quell'occasione il tecnico leccese era stato convinto a rimanere all'Inter, in questo caso è stato l'allenatore a convincere i suoi ragazzi a cambiare marcia.

"In molti ricorderanno difatti la vera partita della svolta, vale a dire quella contro il Sassuolo che regalò una delle migliori prestazioni dei nerazzurri in campionato. Una partita viziata dal ritorno al 3-5-2, ma soprattutto dalla rinuncia al pressing altissimo per arrivare piuttosto ad una pressione alternata, eseguita perfettamente ad esempio nell'ultimo derby con il Milan. Aver messo nell'ultimo periodo nel motore nerazzurro due calciatori fondamentali come Eriksen e Perisic, ha dato poi la scossa finale verso quell'Inter divenuta a tutti gli effetti 'contiana', nello spirito e nel gioco.