Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Sacchi pazzo di Barella: “Attacca, difende e gioca per la squadra: è il prototipo del calciatore moderno”

Arrigo Sacchi, Getty Images

L'ex allenatore non ha dubbi: "So che non si monterà la testa e non perderà mai l’umiltà che lo contraddistingue"

Raffaele Caruso

"Arrigo Sacchi sulle colonne de La Gazzetta dello Sport tesse le lodi a Nicolò Barella. Il centrocampista dell'Inter continua a riscuotere elogi su elogi da tutti gli addetti ai lavori, grazie alle sue prestazioni che lo hanno consacrato a livello europeo e mondiale.

 Barella (@Getty Images)

"Ecco le parole di Sacchi su Barella: "Chi cerca il prototipo del calciatore moderno guardi Nicolò Barella e sarà soddisfatto. L’interista gioca per la squadra e con la squadra, attacca e difende, aggredisce con coraggio e lotta per riconquistare il pallone. Così facendo dimostra di possedere tre qualità fondamentali per un campione: intelligenza, umiltà e conoscenza. Seguo Barella da quando era un ragazzino: veniva nelle nazionali giovanili di cui ero il direttore tecnico. Non era un fenomeno, era fisicamente gracile, non aveva una tecnica sopraffina, eppure è riuscito ad arrivare ad altissimi livelli. Ciò significa che alla base di qualsiasi impresa ci sono sempre il lavoro, l’allenamento, lo spirito di sacrificio, il desiderio di migliorarsi giorno dopo giorno. E, dettaglio tutt’altro che trascurabile, c’è la volontà di mettere il gruppo in cima ai propri pensieri: in questo modo l’egocentrismo, malattia del calcio moderno (e non solo del calcio), viene combattuto e sconfitto.

"Leader nerazzurro: "Barella si sta rivelando un trascinatore: l’Inter che ha battuto la Fiorentina ha saputo seguire l’esempio di questo ragazzo, che Antonio Conte fa crescere ancora di più con opportuni insegnamenti. Il tecnico è stato bravo a motivare i suoi dopo un primo tempo che ha lasciato molti dubbi, nella ripresa si è ammirata un’altra squadra che ha meritato i tre punti. L’Inter è una grande sulla carta, ma dovrebbe acquisire la mentalità vincente, frutto della determinazione del gruppo, della sua capacità lavorativa e delle sue conoscenze. Nonostante le capacità e la grinta di Conte, questo obiettivo non è stato ancora raggiunto. Il secondo tempo ha aiutato i nerazzurri a essere ottimisti: ritmi più alti, velocità, movimenti senza palla, smarcamenti. Il pallone ha viaggiato rapidamente, così come le marcature e il pressing sono stati più attivi e decisi.

"Centrocampista moderno: "Lo stupendo Barella, centrocampista moderno, aggressivo e bravissimo negli inserimenti, sia un esempio per tutto il gruppo, che deve seguirne i comportamenti in campo e acquisirne la mentalità. Se faccio tanti complimenti a Nicolò, è perché lo conosco: so che non si monterà la testa e non perderà mai l’umiltà che lo contraddistingue".