SONDAGGIO PI – Inter, peggior attacco della zona Champions: problema di qualità, personalità o di modulo? Le risposte dei lettori

SONDAGGIO PI – Inter, peggior attacco della zona Champions: problema di qualità, personalità o di modulo? Le risposte dei lettori

I nerazzurri sono andati in gol 52 volte in questo campionato

di Lorenzo Della Savia

I numeri parlano chiaro: sono 52 i gol segnati dall’Inter in questo campionato, numero che fa dei nerazzurri la squadra meno prolifica tra le quattro attualmente in zona Champions, dietro ad Atalanta (71), Juventus (69) e Napoli (66). L’Inter ha segnato anche meno gol della Sampdoria (a quota 57), e le difficoltà in fase realizzativa si sono manifestate anche sabato sera, contro difese chiuse come quella dell’Udinese. La domanda, allora, è lecito porsela, dal momento che il finale di stagione è ad un passo e bisogna iniziare a capire dove intervenire: qual è il problema? Poca qualità, mancanza di personalità? O è un problema tattico, di modulo?

Lo abbiamo chiesto ai lettori di Passioneinter.com, attraverso dei classici sondaggi sulle nostre piattaforme social. E i giudizi dei votanti sono sorprendentemente spaccati. Una situazione che si nota particolarmente nel nostro sondaggio di Twitter, dove il 34% dei lettori si è espresso per un problema di qualità, e dove la stessa percentuale ha votato i problemi di personalità come principale causa della scarsa capacità realizzativa. Il 32%, invece, ha puntato il proprio voto sul modulo. Forbice appena più larga su Telegram, dove le questioni inerenti il modulo (37%) e la personalità (39%) sono lì lì, mentre è più indietro l’opzione relativa all’insufficiente qualità individuale, votata solo dal 24% dei lettori.

Telegram: Qualità: 24% – Modulo: 37% – Personalità: 39%.

Twitter: Qualità: 34% – Modulo: 32% – Personalità: 34%.

Genoa-Roma 1-1, al Marassi succede di tutto nel finale: ma l’Inter sorride. Bagarre Champions League, la classifica aggiornata

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy