Spal-Inter, Conte (Dazn): “Era importante dare continuità, Eriksen si sta ambientando al calcio italiano. Sanchez? Ora è un’arma in più”

Il tecnico nerazzurro commenta la vittoria contro la Spal

di Andrea Pennacchi

L’Inter ottiene una dilagante vittoria in casa della Spal per 4 a 0, con le reti decisive di Candreva, Biraghi, Sanchez e Gagliardini. Gli uomini di Antonio Conte ottengono tre punti molto importanti, che portano i nerazzurri al secondo posto in classifica a sei lunghezze dalla Juventus. Il tecnico leccese è intervenuto ai microfoni di Dazn per commentare la prestazione della sua squadra.

Queste le sue parole: “Per noi era importante innanzitutto dare un segnale di continuità e di convinzione. Queste sono partite che sulla carta possono sembrare facili, ma di facile non c’è niente. La Spal si è dimostrata ostica, ma noi siamo scesi in campo con la giusta voglia di mettere un’ipoteca finale per un posto in Champions League. Volevamo il secondo posto e ora siamo a sei punti dalla vetta. Abbiamo commesso tuttavia dei passi falsi che potremmo pagare a caro prezzo”.

ERIKSEN – “Sta lavorando molto e sta cercando di entrare nei meccanismi di un campionato molto diverso da quello inglese. E’ molto più tattico. Ha molte qualità e sta cercando di aumentare anche il tasso di aggressività quando siamo in pressione. Oggi ha fatto una buona partita, deve continuare così. E’ un ragazzo timido, si sta ambientando. E’ un bravissimo ragazzo, arrivato qui con molta umiltà. Deve capire che pian piano deve sciogliersi e sbloccarsi nel campionato italiano. Ha molta voglia di fare qualcosa di importante”.

GOL DEL VANTAGGIO – “E’ una tipica giocata del 4-2-4 che facevo sia a Bari che a Siena. C’è soddisfazione quando si fanno questi tipi di gol, perché vuol dire che il lavoro dà i suoi frutti”.

CENTROCAMPO – “Dopo il lockdown abbiamo cambiato il 3-5-2 e sostituito con la presenza di Eriksen tra le linee. Cerchiamo di essere più imprevedibili possibili, grazie anche all’inserimento dei centrocampisti. Non è un caso se abbiamo portato 18 giocatori in rete. Rischiamo qualcosa in più rispetto al passato, ma a livello numerico siamo molto più pericolosi rispetto all’inizio di stagione”.

SANCHEZ – “E’ un giocatore che abbiamo voluto fortemente. Ha delle caratteristiche importanti, veniva da due stagioni non buone. Sapevo però chi andavamo a prendere e lo abbiamo fatto appena possibile. Peccato che si è fatto male per gran parte della stagione. Ora sta bene, si vede da come gioca. Futuro? E’ bene parlarne prima con la società. Ora è totalmente ritrovato, ha voglia di giocare e ha fame. E’ sicuramente un’arma in più per noi”.

 

Siamo LIVE ora su YouTube. Entra a commentare la partita con noi

freccia

>>>Iscriviti al canale Youtube! Parla con noi ogni giorno in Diretta alle 19<<<

LIVE – Le PAGELLE di Spal-Inter in diretta su Passione Inter

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy