Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

SPEZIA-INTER

Spezia-Inter, Inzaghi: “Vittoria di maturità. Gosens? Verrà il suo momento”

Le parole dell'allenatore nerazzurro

Pietro Magnani

Simone Inzaghi, allenatore dell'Inter, ha parlato ai microfoni di Sky al termine di Spezia-Inter, anticipo della 33 esima giornata. Inzaghi ha analizzato l'andamento del match e quello della lotta Scudetto. Queste le sue parole:

"Penso che sia stata una vittoria di maturità, di lucidità. Sapevamo che non era semplice qui. Abbiamo fatto un primo tempo un po' bloccato e l'avvio di ripresa non mi è piaciuto molto per le occasioni concesse. Per quanto fatto abbiamo ottenuto una vittoria meritata e importante per il nostro cammino da qui alla fine. Dopo tanto tempo era la prima volta che avevo tutta la rosa a disposizione, ho potuto fare 2 cambi anche in attacco. Di volta in volta devo scegliete i giocatori migliori a seconda della partita. Abbiamo creato tanto nelle ultime partite che abbiamo vinto, ma anche nel periodo in cui non vincevamo creavamo tantissime occasioni, però non le concretizzavamo".

"Gli attaccanti? Sono tutti compatibili tra di loro, l'importante è che giochino così. Di volta in volta sceglierò la coppia più funzionale, oggi hanno fatto tutti una grande partita. Gosens? Oggi poteva essere il suo momento. Il primo mese aveva bisogno di lavorare, oggi stava benissimo, poi ho visto Dumfries un pochettino stanco e ho cambiato lui invece di Perisic. Arriverà anche il suo momento. D'Ambrosio? Dall'inizio dell'anno quando ha giocato non ha mai sbagliato una partita. So che posso contare su di lui come su tanti altri che stanno giocando poco e che quando sono chiamati in causa danno il loro apporto".

"La pressione? Abbiamo avuto un calendario importante e impegnativo e abbiamo perso qualche punto. Ma è un percorso normale come quello di tutte le squadre che si stanno giocando il titolo insieme a noi. Chi gioca in attacco nel Derby? Penso sia un po' troppo presto per dirlo, mancano 3 allenamenti e vedremo".

A DAZN ha poi aggiunto: "Siamo stati sempre lucidi e in partita, non era semplice. Abbiamo trovato una squadra in salute e uno stadio che li spingeva tanto, quindi sapevamo di non poter fare una partita normale. Siamo stati lucidi e organizzati e ci siamo presi una vittoria importante che dà seguito alle ultime due. Oggi ci marcavano Brozovic a uomo, prima con Kovalenko e poi con Agudelo. Quando era marcato doveva liberare il posto per Calha che veniva a farci giocare, e sono stati molto bravi così come anche Barella".

"Indipendentemente che giochi D'Ambrosio, Skriniar o chiunque altro è da inizio anno che proviamo l'inserimento del terzo di destra, e oggi Danilo è stato determinante per il primo gol. De Vrij oggi era pronto per giocare, però in ogni caso ho anche D'Ambrosio e Dimarco che danno sempre il loro apporto quando serve. Stefan mi ha rassicurato sulle sue condizioni, mentre per Bastoni dovrebbero essere solo crampi, speriamo. Adesso torniamo a casa, perché almeno per Pasqua un giorno a casa vorrei farlo!".

 

 

 

 

 

tutte le notizie di