STADIO – Moratti punta con decisione all’area di Rho. La costruzione dopo il 2015

di

Sono ore decisive in casa Inter. A breve infatti arriveranno le firme sul contratto che sancirà il definitivo passaggio delle quote di maggioranza della società in mani indonesiane. Se Moratti però si è dovuto arrendere di fronte alle enormi necessità economiche e cedere la sua società, non si arrende sulla questione stadio di proprietà.

Il patron nerazzurro sta infatti lottando contro tutti, comprese le istituzioni, e secondo quanto affermato dalla Gazzetta dello Sport avrebbe definitivamente scelto l’area dove costruire la nuova casa nerazzurra: Rho, alle porte di Milano, battendo così la concorrenza di Assago e San Donato. I lavori dovrebbero prendere il via dopo l’Expo del 2015 incanalandosi su un piano regolatore già esistente che prevede che il suddetto terreno sia, subito dopo la fine dell’evento, adibito ad aree verdi destinate allo sport.

Moratti ha in mente 5 stadi a cui ispirarsi per il suo nuovo impianto che dovrebbe ospitare non meno di 60.000 spettatori: Friends Arena (Aik Solna, 54.000 posti), Veltins Arena (Schalke 04, 78.000), Etihad Stadium (City, 56.000), Emirates Stadium (Arsenal, 60.000) e St. Jakob (Basilea, 38.000).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy