Suarez ne ha per tutti: “Conte? Per ora più danni che cose buone. Eriksen un mistero, Vidal e Kolarov…”

L’ex attaccante nerazzurro salva solo Lukaku, Lautaro e Barella: “Sono fortissimi”

di Raffaele Caruso

Luis Suarez, pilastro dell’Inter del Mago Herrera, ai microfoni del Giornale.it ha commentato l’avvio di campionato della squadra di Conte, partita a rilento in campionato e Champions League.

Antonio Conte, Getty Images

Ecco le sue parole: “Questa Inter sembra troppo regolare, scolastica. Non è ancora diventata una grande squadra, ne deve ancora mangiare di panettone (ride; ndr). La trovo troppo altalenante nel gioco e nei risultati, poi è chiaro che c’è ancora tempo per migliorare e per risalire la china ma ad oggi la vedo in difficoltà“.

Su Conte: “Gli allenatori contano quello che contano, quelli che ti fanno vincere e che determinano le partite sono i calciatori. L’allenatore non deve fare danni, dunque meno danni fa più è considerato bravo da tutti: dalla società, dai giocatori stessi, dai media. Se Conte sta facendo danni? Per ora sì, fa più danni che buone cose per ora. L’Inter non sta facendo bene e se vado a vedere tutti i giocatori che gli hanno comprato tra l’anno scorso e questa sessione di mercato il risultato non è ottimale a mio parere. Da quando è arrivato non è ancora riuscito a trovare la quadra, a creare una squadra di alto livello. Poi chiaro se ci vogliamo accontentare allora è un altro discorso ma l’Inter non può accontentarsi”.

Il futuro della panchina: “Ha delle strane reazioni, cambia sempre umore: un giorno è arrabbiato, un altro è contento, non si capisce. Dipende da lui, l’anno scorso mi sembrava che non volesse rimanere poi il tutto è cambiato dopo quell’incontro ma lui è diverso rispetto al passato. Poi è chiaro che non è facile commentare dall’esterno ma non mi pare che lui stia vivendo una situazione normale. Spero che resti fino alla fine perché vorrà dire che l’Inter ha fatto una buona stagione, cosa che mi auguro ovviamente. Futuro? Io andrei avanti con lui ma bisognerà anche capire cosa vorrà fare lui. Se la società ha preparato un ciclo con lui è poi inutile cambiarlo alle prime difficoltà. Molte volte pagano sempre gli allenatori perché è più facile e logico cambiare tecnico quando le cose non vanno bene rispetto ai calciatori. Però anche i giocatori si devono assumere le proprie responsabilità, alzare il livello di rendimento per riportare in alto l’Inter. Non può essere sempre colpa degli allenatori”

Scudetto lontano:La vedo difficile, ma essendo annata strana, senza il pubblico e con tanti risultati strani da parte di tante squadre allora tutto può succedere. Potrebbe anche vincerlo ovviamente ma non mi sembra la più attrezzata almeno da come ha iniziato l’annata. Una squadra che vuole vincere il campionato non può partire con tutti questi handicap e con questi problemi difensivi. Deve cambiare marcia e trovare la giusta continuità ma deve farlo in breve tempo”.

I giocatori che hanno deluso: “Alcuni sono arrivati e non hanno ancora inciso nonostante una grande esperienza dalla loro parte. Eriksen non si capisce se è lui ad avere qualche problema o se non lo fanno rendere. Poi ci sono Vidal e Kolarov che per ora non hanno reso secondo le aspettative, sono calciatori di esperienza da cui ti aspetti molto e fin da subito, non possono essere aspettati. Finora non hanno apportato valore aggiunto all’Inter e sono stati deludenti”.

I giocatori che hanno convinto: I due attaccanti sono strepitosi. Lautaro deve trovare continuità mentre Lukaku è forte e sempre decisivo. Poi a centrocampo c’è Barella che è giovane ma ha tutto per diventare un grandissimo giocatore. Sa fare tutto e lo fa davvero bene. Non se la tira, è un bravo ragazzo, serio, un gran lavoratore e in campo infatti si vede perché rende bene”

Il girone di Champions:Penso sia molto dura però visto che i risultati sono anche qui molto strani spero che l’Inter sia così strana da vincere le ultime tre (ride; ndr). La situazione è delicata ma si può rimediare e se lo farà in questo mese ee mezzo vorrà dire che la squadra avrà tirato fuori orgoglio e anima che poi potrà servire anche per avere slancio in campionato. Comunque resta tutto incerto, difficile fare previsioni”.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy