Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

TS – L’Inter che verrà: da Esposito ad Agoume, la carica dei 2002

I ragazzi dell'ex Under 17, da quest'anno quasi tutti in Primavera, potrebbero rappresentare una vera e propria risorsa anche per la prima squadra

Luca Zuaro

"La classe 2002 sembra essere quella fortunata per la società nerazzurra. Dopo l'exploit del baby talento Sebastiano Esposito, i segnali mandati dalla primavera sono chiari. Di talento ce n'è e ce n'è tanto grazie anche al lavoro eccezionale coordinato da Ausilio e Marotta, che da sempre hanno puntato molto sullo sviluppo di un settore giovanile di tutto rispetto. Le conseguenze sono ovviamente una Primavera vincente e una possibilità concreta di attingere ad alcune risorse per Antonio Conte. Infatti, se ormai le convocazioni di Esposito non fanno più notizia, entro la fine dell'anno potrebbe essere l'occasione di due dei giocatori più interessanti dell'annata 2002, come riportato da Tuttosport.

"I due ragazzi che potrebbero potenzialmente essere già chiamati in causa sono Lucien Agoumè e Lorenzo Pirola. Il primo aveva già stregato la dirigenza nerazzurra l'anno scorso in cui aveva messo in luce le sue capacità tra i grandi in Ligue 1 con la maglia del Sochaux. Il talento francese, attuale capitano della nazionale Under 17, è stato dunque acquistato in estate per mandarlo in primavera con la consapevolezza che però in breve tempo sarebbe stato già pronto per la prima squadra. Per Lorenzo Pirola invece la situazione è diversa: ha fatto tutta la trafila delle giovanili fino ad oggi e piano piano si è guadagnato la fiducia dell'ambiente fino a diventare il cardine della difesa nerazzurra l'anno scorso in Under 17 e quest'anno in primavera. Lorenzo si è sempre distinto per personalità e maturità tecnico-tattica e , dopo anche un mondiale Under 17 in cui è risultato uno dei più positivi per l'Italia, questo potrebbe essere l'anno buono per esordire con la prima quadra nerazzurra.

"Tra le file della primavera e dell'Under 17 militano altri giocatori estremamente interessanti che magari ancora non hanno raggiunto la maturità dei tre sopra citati, ma che stupiscono per tecnica e personalità. Tra questi troviamo in cima senza dubbio Filip Stankovic, portiere figlio di Dejan, seguito da Kinkoue e Oristanio. Ma anche ragazzi come Tibo Persyn e Niccolò Squizzato stanno mettendo in mostra le loro grandissime qualità che un giorno sperano di poter mettere a disposizione della prima squadra. Nel frattempo però la dirigenza Inter finalmente ride e si gode tutto questo patrimonio potenzialmente infinito che sta maturando sotto i suoi occhi, raccogliendo i frutti di grandi sforzi e investimenti sui settori giovanili.

https://www.passioneinter.com/notizie-nerazzurre/inter-news-live/