Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

mondo calcio

Superlega, arriva la posizione dell’ECA: “Ribadiamo il nostro impegno a lavorare con la UEFA”

Il comunicato diramato dalla Euopean Club Association a seguito della riunione odierna non presieduta da Andrea Agnelli

Andrea Ilari

Oltre al calcio giocato, quella di oggi è stata una importante giornata anche su un fronte non strettamente connesso al campionato di Serie A. Diversi infatti i discorsi relativi alla Superlega europea, una competizione per club alternativa alla Champions League, che raccoglierebbe alcuni tra i migliori club europei. In risposta ai vari rumors in merito a questo progetto, si era pronunciata oggi la Uefa, minacciando una causa a molti zeri contro le squadre che vorranno prendere parte a tale competizione e paventando l'esclusione dalle Nazionali per i calciatori di tali club.

Al seguito della riunione dell'ECA di oggi che, stando a quanto riportato da tuttomercatoweb.com non sarebbe stata presieduta da Andrea Agnelli, ma dal suo vice van der Sar, è stato diramato un comunicato all'interno del quale si è esplicitata posizione della European Club Association proprio in merito alla Superlega. Di seguito il testo del comunicato:

Alla luce dei report relativi alla cosiddetta Lega dei separatisti, la ECA in qualità di associazione rappresentante 246 club in giro per l’Europa ribadisce il proprio impegno a lavorare sullo sviluppo delle competizioni UEFA per club assieme alla UEFA per il ciclo che inizierà nel 2024 e che un modello di Superlega chiuso, a cui si riferiscono gli articolo di oggi, sarebbe fortemente ostacolato dalla ECA. L’ECA fa riferimento alla posizione adottata dal suo comitato esecutivo nella riunione dello scorso venerdì 16 aprile, vale a dire che sostiene l’impegno di lavorare con l’UEFA su una struttura rinnovata per il calcio europeo nel suo complesso dopo il 2024, comprese le modifiche proposte per le competizioni UEFA dopo il 2024. Con il sostegno dell’ECA, il Comitato Esecutivo dell’UEFA è stato invitato a sottoscrivere questi impegni nella riunione del 19 aprile e a proseguire gli sforzi per raggiungere un accordo sulle future relazioni tra l’ECA e l’UEFA. Il Comitato esecutivo della Corte dei conti si riunirà nei prossimi giorni per prendere le opportune decisioni alla luce di eventuali ulteriori sviluppi”.