Keita: “All’Inter per essere protagonista. Non buttiamoci giù, siamo una grande squadra. Spalletti? Grande allenatore”

Keita: “All’Inter per essere protagonista. Non buttiamoci giù, siamo una grande squadra. Spalletti? Grande allenatore”

L’ex esterno di Monaco e Lazio ha risposto alle domande dei giornalisti

di Antonio Siragusano

Un’operazione venuta fuori quasi all’improvviso e portata a termine nei giorni della bufera Modric. Quasi in punta di piedi, Keita Baldé è divenuto un nuovo calciatore dell’Inter dopo la parentesi di un anno in Ligue 1 con la maglia del Monaco. Il suo arrivo in nerazzurro non è però da sottovalutare, considerato che nell’ultima stagione in Italia con la Lazio, l’attaccante senegalese aveva siglato ben 16 reti. Quest’oggi, Keita si è presentato ai tifosi nerazzurri rispondendo alle domande dei tanti giornalisti, presso la sala stampa di Appiano Gentile. Passioneinter.com ha seguito in diretta le sue dichiarazioni.

INTER TV – “Il club ha grande storia e mi è sempre piaciuta. Mi piace tantissimo l’Inter fin da piccolo, a Barcellona, sempre un club che mi è piaciuto. Per me è stata una scelta facile Quando ho avuto la possibilità di venire qui, non ci ho pensato due volte Spalletti è una persona che già conoscevo un poco. E’ un allenatore top e posso imparare tanto con lui. Sono venuto anche per lui. Ultimamente sto girando sulle zone alte del campo. Faccio l’esterno, la seconda punta ma anche la punta. Grande emozione tornare in Serie A, qui ho mosso i primi passi da professionista e tornare con questa maglia è un’emozione unica. Nel tempo libero recupero, sto con gli amici a guardare film”.

LA SCELTA – “Credo che quando arriva l’offerta di un club come l’Inter non è una scelta difficile. Al Monaco sono stato benissimo e li ringrazio. Ringrazio anche l’Inter per gli sforzi fatti, ho detto subito sì appena ho saputo dell’interesse”.

SPALLETTI – “E’ un allenatore con grandissima esperienza. Ho giocato contro di lui e tutti me ne hanno parlato benissimo. Con lui posso imparare tanto e mi fa piacere mettermi a disposizione”.

RUOLO – “Non ho una posizione preferita, posso fare tutte e 4 le posizioni in avanti. L’importante per me è giocare, poi risponderò sempre pronto”.

ANTI-JUVE – “Avendo questo gruppo e questi compagni, penso solo alla mia squadra, poi si vedrà. Adesso non penso alla Juventus e nessun’altra squadra. Se vinciamo tutte le partite saremo in alto”.

EX – “Video della telefonata tra Lotito e Inzaghi? Sono cose che non mi riguardano, sono cose loro”.

FUTURO – “Dove mi vedo tra un anno? All’Inter”.

CONTATTI IN PASSATO – “Ci sono stati dei contatti circa tre anni fa, ma alla fine si è potuto fare quest’anno. Sono qui e speriamo di fare alla grande”.

SPIRITO – “Mi sacrificherei per tutta la squadra. Oggi tutti devono saper lavorare anche senza palla. Se c’è da difendere, si difende”.

PROSSIMO TURNO – “Siamo pronti tutti per il Torino. Stiamo bene. Non bisogna buttarsi giù, io sono molto fiducioso perché vedo il lavoro che facciamo tutti i giorni. Siamo una grandissima squadra e stiamo bene”.

MONACO – “In Francia sono stato solo un anno ma sono stato bene. Una grande società che lavora bene, ottima anche per i giovani. Ma appena c’è stata la possibilità, sono venuto qui. Per la storia del club e per i giocatori che sono passati all’Inter”.

MOTIVAZIONI – “Sono un giocatore a cui piace essere protagonista e dare tutto. Vengo qui per essere un giocatore importante e dare tanto”.

SERIE A – “Sono cresciuto in questo calcio. Dai 18 anni ho fatto 6 anni in Serie A. Questo campionato mi fa benissimo”.

LEGGI ANCHE – INTER-TORINO, SI VA VERSO UNA RIVOLUZIONE: CHI ESORDISCE E CHI STA FUORI

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

UOVA E FARINA PER I 21 ANNI DI LAUTARO MARTINEZ

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy