Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

MERCATO INTER

Sassuolo-Inter, Carvenali ammette: “Marotta mi ha chiesto Raspadori e Scamacca”

Raspadori (@Getty Images)

I nerazzurri puntano forte sui giovani italiani

Pietro Magnani

Che nel futuro di Giacomo Raspadori ci sia l'Inter se lo augurano un po' tutti. Se lo augura il giocatore, da sempre tifoso nerazzurro, se lo augura il Sassuolo, che spera il prossimo anno di monetizzare molto dalla sua cessione, se lo augura l'Inter, che lo vede come un grande prospetto, e infine se lo augurano i tifosi nerazzurri, che lo hanno già preso in simpatia. Un'operazione che farebbe felici tutti, ma che non è così semplice e scontata.

In un'intervista esclusiva a Corriere dello Sport, Giovanni Carnevali, amministratore delegato del Sassuolo e grande amico del collega Beppe Marotta, ha rivelato alcuni retroscena sul possibile affare: "Innanzitutto bisogna dare uno sguardo alla partita imminente. L'Inter non è uscita assolutamente indebolita dal mercato estivo. Un club non può rifiutare certe cifre, ma Marotta e Ausilio sono stati bravissimi ad avere le idee giuste per individuare le alternative migliori. Per me rimane una delle principali candidate allo Scudetto, è un onore per noi ospitare i Campioni d'Italia nel nostro stadio".

Carnevali ha poi proseguito: "Raspadori? Ha doti tecniche fuori dal comune, ma è anche un ragazzo straordinario. Non mi preoccupa il rischio che si monti la testa: è uno con i piedi per terra, il ragazzo che ogni padre vorrebbe per la propria figlia. In campo è bravissimo e studia all'Università con profitto. Ora però bisogna dargli tempo per migliorare senza pretese o aspettative eccessive. Marotta? Si, gli piace, è uno che ci vede lungo".

"Questa estate Beppe mi ha chiesto sia Raspadori che Scamacca, ma gli abbiamo risposto di no. Abbiamo ceduto Caputo proprio per questo: vogliamo investire sui giovani. Non abbiamo bisogno di cedere a tutti i costi, quando lasciamo partire qualcuno è soprattutto negli interessi del ragazzo. Io e Marotta siamo amici da più di 30 anni, lo considero il mio maestro: abbiamo lavorato insieme al Monza, al Como e al Ravenna, siamo anche vicini di casa e ci frequentiamo con le rispettive famiglie. Nonostante ciò non ha un canale preferenziale o un vantaggio su Rasapdori. Siamo professionisti e lui lo sa: conosce la legge del calcio".

Carnevali ha aggiunto: "Giacomo (Raspadori) non piace solo in Italia, ma anche all'estero. Diversi club di Serie A ci hanno provato in estate, non solo l'Inter, ma non si è mai arrivati a parlare di cifre. Non puoi dare un valore a un ragazzo del 2000 che è reduce da una sola stagione importante. Sta a chi lo vuole comprare parlare di prezzo". 

Stando a quanto riportato da TuttoSport comunque, l'Inter è effettivamente in una posizione privilegiata nella trattativa, non solo per l'amicizia tra i due dirigenti, ma perché Marotta si è mosso con largo anticipo sulla concorrenza, strappando una sorta di "prelazione" sul ragazzo, forte anche della preferenza di Raspadori. Quando il Sassuolo, probabilmente la prossima estate, si sentirà pronto per cederlo, l'Inter sarà la prima a saperlo e la prima ad avere la possibilità di fare l'offerta giusta. L'Inter poi ha già un canale preferenziale con Tullio Tinti, agente non solo dell'attaccante, ma anche di Simone Inzaghi e di Nicolò Barella.

tutte le notizie di