ESCLUSIVA – Di Natale vota Spalletti: “Merita la conferma. Icardi? Dice di tenerci, ma…”

L’ex attaccante dell’Udinese è stato intervistato da Passioneinter.com

di Raffaele Digirolamo, @RaffaDigi97

La sfida fra Udinese ed Inter sarà fondamentale per la formazione friulana, che dovrà cercare punti pesanti in vista della lotta per non retrocedere. Intervenuto in esclusiva ai microfoni di Passioneinter.com, lo storico ex attaccante e capitano bianconero Antonio Di Natale, attualmente collaboratore tecnico allo Spezia, ha detto la sua sulla sfida, tornando anche su episodi del passato e temi di attualità calcistica.

Buongiorno Antonio, che sfida ti aspetti sabato sera?

Sarà una partita importante per entrambi, l’Inter deve rimanere in corsa per la Champions e l’Udinese ha bisogno di punti per ottenere la salvezza. Per me quella bianconera è una grandissima squadra e sarà incattivita, anche a Bergamo (contro l’Atalanta, nella scorsa giornata, ndr) ha fatto una bella gara. È un campo difficile e sarà un bel match, entrambi hanno bisogno del successo”.

Come giudichi la stagione dell’Inter, è in linea con le attese o si poteva fare di più? E quella dell’Udinese?

“L’Inter poteva avere al massimo tre/quattro punti di più, sta facendo un ottimo campionato ed ha un grande allenatore. Per quanto riguarda l’Udinese non sta andando molto bene, la squadra è impostata per arrivare a metà classifica. Però i campionati stanno diventando difficili per tutti e quindi bisogna giocarsela fino alla fine”.

Spalletti, che è stato tuo allenatore, sembra in discussione nonostante la probabile qualificazione in Champions League. Merita la riconferma?

“Il mister secondo me è la persona giusta per l’Inter, sta dimostrando di essere un grande allenatore. Se noi guardiamo la classifica vediamo che è davanti a diverse squadre forti come Roma, Atalanta e Milan. Sta facendo il percorso che l’Inter merita, deve rimanere per dimostrare ancora una volta il suo valore”.

Il tuo ricordo più bello nelle partite contro l’Inter?

“Credo a Milano quando vincemmo 4-1 e conquistammo l’accesso per l’Europa League. Era l’ultima partita di Stramaccioni in nerazzurro, poi è venuto da noi”.

A proposito di Stramaccioni, la sua carriera non sta rispettando le attese dei primi anni. Ti stupisce?

“Ci sono percorsi per tutti gli allenatori, per me ha fatto bene sia ad Udine che all’Inter. Ma lui ha tanta voglia di far bene, troverà l’ambiente giusto per dimostrare il suo valore”.

L’Inter ti ha mai cercato?

“Quando giocavo ad Udine mi volevano in tanti, ho fatto una scelta di vita perché stavo bene con la famiglia, con la società ed i tifosi. Raggiungere un mondiale, fare due Champions, due Europei, vincere il titolo di capocannoniere con la maglia dell’Udinese: sono state soddisfazioni enormi”.

La storia del rifiuto alla Juventus è nota a tutti…

“Quando mi è stato detto che potevo andare alla Juve ho subito risposto di no, mi piaceva restare ad Udine. Ho fatto la scelta più bella della mia vita. Ringrazierò sempre i bianconeri, perché sono la squadra più forte d’Italia, ma queste decisioni vanno accettate ed io l’ho fatto volentieri”.

Da ex capitano e bandiera di un club, cosa ne pensi dell’atteggiamento di Mauro Icardi?

“Sinceramente non sappiamo cosa succede dentro lo spogliatoio, dove entrano solo il mister ed i giocatori. Stando a quello che leggo, lui vuole rimanere all’Inter, per il quale ha sempre fatto bene, basta vedere il numero di reti segnate negli ultimi anni.  Per me è molto attaccato alla squadra, spero per lui che rimanga. Se poi ha altri obiettivi, non so”.

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

Branchini: “Ronaldo all’Inter? Allora inventai la clausola rescissoria. Icardi-Dybala, tutti avrebbero da guadagnarci”

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy