esclusive

ESCLUSIVA – El Jardinero Cruz, ricordi da derby: “Quella rimonta contro Ronaldo…”. Il sogno: “Vorrei vedere mio figlio all’Inter”

Daniele Najjar

 Julio Ricardo Cruz, Getty Images

Massimo Moratti.

"Moratti più che un presidente per me era un padre, un amico. Con lui ho vissuto tanti bei momenti fuori dal campo. Ho avuto la possibilità di conoscere la sua famiglia, un rapporto molto bello con Bedy, con sua moglie Milly. Ho vissuto dei bellissimi momenti con loro, sia all'Inter, che fuori. E' una persona speciale, ha dato all'Inter non solo tanti soldi, ma anche tanto tempo, venendo premiato dalle vittorie".

Oggi c'è Suning, e si parla di possibili nuovi investitori.

"Non conosco personalmente gli Zhang e Suning, ma vedo che stanno portando in alto l'Inter. Non conosco le vicende societarie attuali, ma se questo è il meglio per l'Inter, allora ben venga. La vedo in salute, l'Inter. E poi vorrei aggiungere una cosa".

Prego.

"Mi auguro che mio figlio possa ripercorrere le mie orme. Nella vita non si sa mai. Ora lui sta diventando un calciatore. Più che un augurio, per me sarebbe un sogno vedere mio figlio vestire la maglietta dell'Inter, un giorno. Come me. Mi riempirebbe di felicità".

E tu potresti tornare a lavorare con l'Inter in qualche modo, in futuro, oppure con il calcio hai chiuso?

"Sì, ho sempre detto che l'Inter è casa mia. Oggi non sono dentro la società, ma ho sempre pensato che fino alla mia morte l'Inter rappresenterà questo per me. Non solo per le vittorie, ma per tutto quello che ho vissuto all'Inter. Ringrazio tutte le squadre nelle quali ho giocato, ma ciò che ho vissuto in nerazzurro rimarrà per sempre nel mio cuore".

La redazione di Passione Inter ringrazia Julio Cruz per la disponibilità.

Potresti esserti perso