Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

ANTONELLO INTER

Antonello conferma la linea: “Zhang è stato chiaro: impegno a medio-lungo termine”. Poi l’annuncio su Brozovic

Alessandro Antonello (@Getty Images)

L'AD nerazzurro chiamato in causa su diversi temi caldi

Simone Frizza

L'amministratore delegato dell'area corporate dell'Inter, Alessandro Antonello, è intervenuto in diretta a Radio24 durante la trasmissione Tutti Convocati. Tantissimi i temi caldi di cui si è dibattuto: il futuro societario, Interspac, lo stadio, i rinnovi, la stagione sportiva e tanto altro. Ecco qui di seguito le sue dichiarazioni.

Assetto societario -"Io mi rifaccio un po' anche alle dichiarazioni fatte dal nostro presidente. Il progetto ha un impegno a lungo termine, quindi al di là di tutti i rumors dirigenza e società stanno lavorando sul medio-lungo termine. È un progetto partito diversi anni fa, sfociato poi con lo Scudetto di questa estate, di cui siamo felicissimi. Proseguiamo in questa strategia, la visione rimane questa".

Interspac -"Il progetto Interspac, così come qualsiasi progetto arrivi dai tifosi, è sempre tenuto in considerazione. In questo particolare momento però Interspac non è stato considerato idoneo, anche perché nulla ci è stato presentato".

Meglio oggi o un anno fa -"Si sta assolutamente meglio oggi. La situazione è molto migliorata, già il fatto di avere gli stadi aperti al 75% anzitutto ci riempie di gioia, ma non nascondiamo anche il fattore economico-finanziario. Ci auguriamo che quanto prima si possa arrivare al 100%. Ripeto, si sta meglio oggi".

 Alessandro Antonello (@Getty Images)

Diffidenza sulla proprietà -"A noi dispiace innanzitutto essere circondati da questa diffidenza rispetto al club. Il presidente lo sentiamo continuamente, oggi la distanza per fortuna non è più una barriera. L'interista in sé è sempre diffidente di suo, ma lo sforzo profuso e che continua a profondere la società è dimostrato dai fatti e dalle risorse messe a disposizione. Il rinnovo dei giocatori importanti è la dimostrazione del fatto che si voglia mantenere alta la competitività del club per i risultati futuri. La sostenibilità finanziaria non è un obiettivo solo dell'Inter, ma una cosa ormai sdoganata da tutto il mondo del calcio per un futuro più sostenibile".

Nuovo stadio -"Noi siamo molto soddisfatti, però ricordiamoci che questo è solo un primo passo, seppur fondamentale. Ora si devono aprire i tavoli tecnici, perché nell'ambito della delibera ci sono alcuni cambiamenti da fare rispetto al piano originale. Dovremo riprendere i lavori per adeguarci alle richieste del Comune di Milano. È un passo fondamentale anche per la città, non solo per i club. L'aver rinunciato alle volumetrie extra non impatterà sullo stadio in sé. Noi reputiamo fondamentale il progetto stadio, questo è imprescindibile".

Rinnovo Brozovic -"Innanzitutto il rapporto coi nostri giocatori è ottimo. Dobbiamo anche riconoscere i risultati portati dalla squadra negli ultimi due anni: finale di Europa League, secondo posto in campionato e poi Scudetto vinto. È chiaro che la pandemia e la situazione economica di tutti i club portano a fare delle riflessioni, ed è corretto che ci si sieda al tavolo per trovare una soluzione che vada bene a tutti. Su Brozovic posso solo dire che è un giocatore fondamentale per la squadra, e viste le prestazioni offerte è una pedina strategica per noi".

 Marcelo Brozovic (@Getty Images)

Rapporto col Milan -"Siamo un caso più unico che raro, perché Inter e Milan stanno collaborando e collaboreranno ancora. Anche il derby dell'altra settimana è stato un esempio di altissimo livello. Dietro c'è un lavoro fatto dalle due società in modi e tempi diversi, ma con una comunità d'intenti unica per far tornare i due club a primeggiare a livello europeo. E lo stadio è uno dei fattori principali".

Passaggio turno Champions -"È un qualcosa che aspettiamo da tempo e ci auguriamo che Inzaghi possa portarci questa gioia. La cosa più importante è il risultato sportivo, poi è chiaro che questo avrebbe anche delle implicazioni di carattere economico".

Annuncio del progetto vincente per lo stadio -"Pensiamo di annunciarlo tra non molto, anche se prima vogliamo riaprire il tavolo tecnico col Comune e chiarirsi sugli ultimi punti. Però ripeto, non manca molto. 2027? Ad oggi, se non si incorrerà in intoppi particolari, l'obiettivo è il 2027, sì. Per quanto riguarda invece la Fase 2, inizierebbe dal momento dell'inaugurazione dello stadio, quindi da quel momento in avanti per altri tre anni".

 San Siro (@Getty Images)

Sponsor -"Colgo l'occasione per ringraziare tutto il mio team, che nonostante il periodo difficile è riuscito a trovare sponsorizzazioni importanti che ci garantiranno flussi di denaro per altri anni. Stiamo siglando accordi commerciali significativi, il brand e i risultati sul campo fanno sì che l'Inter sia ancora molto attrattiva. Siamo assolutamente confidenti di riuscire a trovare altri partner".

Sponsor maglia anno prossimo - "Siamo in totale sicurezza, abbiamo già un partner che ci supporterà su questo".

Politica Milan sui rinnovi -"Non è una questione di politica del Milan o di chiunque altro, è un indirizzo strategico verso cui tutti i club stanno facendo delle riflessioni. I club non possono essere gli unici a pagare il conto della pandemia, di conseguenza penso sia necessario ritrovare un equilibrio per far sì che il sistema calcio possa prosperare anche in futuro. Questo significa che i club stessi debbano avere la possibilità di trovare la disponibilità di calciatori e procuratori per ristabilire un equilibrio sostenibile".

Rifinanziamento bond -"Stiamo lavorando affinché il bond possa essere rifinanziato entro fine anno, questo lo possiamo confermare. Non vediamo criticità in tal senso".

Napoli o Milan -"Io penso che entrambe siano forti, è un campionato avvincente e da tifoso non posso che augurarmi che l'Inter possa ben figurare e lottare fino alla fine per il miglior risultato possibile, che in maniera scaramantica non posso neanche dire...".

Supercoppa a San Siro -"Arabia Saudita occasione persa? No, io vedo in maniera positiva il fatto di giocarla in Italia. Speriamo che i tifosi possano assistere ad un altro grande spettacolo".

tutte le notizie di