Bergomi: “Non bisogna essere nostalgici. Campagnaro il più importante”

di

Il capitano di mille battaglia Beppe Bergomi è tornato a parlare dei colori nerazzurri, quelli che ha vestito per un’intera carriera. Nell’intervista rilasciata a Radio Sportiva l’argomento principale è stato ovviamente l’avvicendamento al vertice Moratti-Thohir:”Moratti ha dato tanto all’Inter ma il calcio è in una fase di continua mutazione, è la vita che va avanti e continua. Non bisogna essere nostalgici, se l’ex presidente ha scelto Thohir significa che ci dobbiamo fidare. Un cambio in presidenza era necessario per la società”.

Poi Bergomi, che oggi allena anche le giovanili dell’Atalanta, ha messo a disposizione la sua sagacia tattica analizzando le condizioni della rosa attuale: “L’uomo più importante, al momento, è Hugo Campagnaro. Quando si aprirà la sessione di mercato bisognerà intervenire sugli esterni: Jonathan e Nagatomo non hanno iniziato male ma hanno bisogno di sostituti all’altezza. Serve anche un vice Cambiasso, con piedi buoni e intelligenza, in grado di far rifiatare il centrocampista argentino”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy