Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Bergomi: “Scambio Icardi-Higuain? Ci può stare, ma Icardi deve essere un riferimento per l’Inter. Sulla Champions…”

L'ex capitano nerazzurro ha parlato ai microfoni di RMC Sport dopo l'evento di inaugurazione della partnership tra Inter e Mastercard

Luca Tagliabue

Beppe Bergomi è stato intervistato ai microfoni di RMC Sport al termine dell'evento di inaugurazione della partnership tra Inter e Mastercard tenutosi questa sera. Tanti gli argomenti trattati dall'ex capitano nerazzurro, a partire dai temi più caldi del mercato appena cominciato. Queste le sue parole sui temi proposti:

LO SCAMBIO ICARDI-HIGUAIN: "Non parlerei di follia. Mi risulta sempre strano però quando vedo delle bandiere cambiare squadra e andare in una rivale, come accaduto con Bonucci al Milan la scorsa estate. Icardi è un punto di riferimento per l'Inter. La vedo un'operazione difficile, perché secondo me Mauro deve diventare un leader dei nerazzurri. L'ho conosciuto, è un ragazzo che si allena bene, ha grande attaccamento alla maglia ed è un riferimento costante per tutto l'ambiente. Icardi sa quanto i tifosi gli vogliano bene. Ci penserei bene, in passato gli scambi tra Inter e Juve non sono andati molto bene. Ci può anche stare logicamente, ma io voglio credere che Icardi debba essere sempre un punto di riferimento per l'Inter. Ha inseguito così a lungo la Champions, deve rimanere per provare quest'avventura con questa maglia". 

DE VRIJ:"È un ragazzo intelligente e bravo, può giocare sia a tre che a quattro. Lo vedo bene sia con Skriniar che con Miranda, che è tornato ai suoi livelli dopo un periodo complicato. L'Inter ha tre difensori centrali di livello". 

I SACRIFICABILI PER IL PROSSIMO MERCATO: "Non ce n'è uno sacrificabile in questo momento. Brozovic è cresciuto tantissimo, Vecino è appena arrivato ed è importante in mezzo al campo, Gagliardini è giovane e ci devi credere. Nemmeno Perisic può essere sacrificato. Dovrà essere brava la società, perché se vuoi crescere e diventare una big questi giocatori devono rimanere". 

IL RITORNO IN CHAMPIONS: "Partendo dalla quarta fascia puoi rischiare un girone molto difficile. Ma noi italiani quest'anno dobbiamo convincerci di essere all'altezza degli altri. Roma e Juve hanno dimostrato che non siamo inferiori. Anche in Europa League abbiamo fatto delle buone partite a livello italiano. Non dobbiamo sentirci da meno, non dobbiamo sfigurare, ma pensare solo a fare bene".

Wanda Nara sexy in palestra, Icardi provoca: “Quando ti pesano…”