Conte e l’emergenza coronavirus: “Inutile lamentarsi, dobbiamo essere uniti. Ecco come monitoriamo i positivi”

Il tecnico nerazzurro non vuole alibi e manda un messaggio all’intera popolazione

di Raffaele Caruso

Niente alibi. Conte avvisa la squadra e nella conferenza stampa, alla vigilia di Inter-Milan, si è soffermato a parlare dell’emergenza coronavirus che ha colpito anche l’ambiente nerazzurro con 6 giocatori risultati positivi.

Ecco le sue parole: “Serve pazienza, abbiamo passato un periodo molto duro. La cosa che mi è dispiaciuta è che ci siamo dimenticati troppo in fretta di quello che abbiamo passato. Adesso sembra che stia ritornando di nuovo un periodo difficile per tutti. A livello sportivo e personale dobbiamo essere il più uniti possibili, nell’affrontarla e andare avanti. Fermarsi sarebbe disastroso per tutti. E’ inutile lamentarsi di positività o di altro, dobbiamo unirci e fare tutto il massimo nell’ambito in cui siamo impegnati”.

Il recupero dei positivi: “Li monitoriamo quotidianamente dal punto di vista fisico per cercare di mantenerli con un minimo di condizione. Non dimentichiamo che il problema non è essere colpiti dal virus, è che rimani a casa e perdi la condizione rispetto a chi si allena sul campo. Devi rimetterti al posto. Il compito nostro è cercare tramite sedute di ridurre il più possibile questo danno”.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy