Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

INTER NEWS

L’Inter non parte battuta: le mosse anti Liverpool nella testa di Inzaghi

Inzaghi

Non sarà facile ma bisogna provarci

Pietro Magnani

La super sfida di Champions League tra Inter e Liverpool ormai incombe. Mercoledì i nerazzurri saranno chiamati a cercare di superare uno scoglio incredibilmente alto senza uno dei fari della squadra, Nicolò Barella, squalificato. Inzaghi però non pensa di partire battuto ed ha messo a punto un piano partita leggermente diverso per cercare di battere i Reds.

Dumfries

 

Come evidenziato da La Gazzetta dello Sport, le chiavi saranno diverse. Prima di tutto Dzeko. Il suo essere un 9 atipico, più simile ad un regista offensivo che a un bomber, potrebbe mettere in difficoltà la difesa del Liverpool. A marcarlo sarà infatti Van Dijk, fenomenale nel corpo a corpo e negli anticipi, ma meno abituato ad avventurarsi in zone del campo "strane" per marcare un attaccante. Questo potrebbe creare falle nella retroguardia del Liverpool sfruttabili dai compagni. Poi sarà importante dominare le fasce, finora in stagione l'unico punto debole della squadra di Klopp. Ecco perché Dumfries e Perisic in fase di possesso si alzeranno sulla linea degli attaccanti per pressare e cercare di sfondare a ripetizione fino a far collassare la retroguardia avversaria.

Infine cercare di tenere il pallino del gioco con una squadra in generale più corta e bassa, evitando di perdere palloni sanguinosi. Non sarà facile rimanere con un centrocampo più basso e servire a dovere l'attacco, ma l'assenza di Barella peserà moltissimo in tal senso. Vidal non ha la sua frequenza di corsa, non l'aveva nemmeno da giovane figurarsi adesso, e perciò sarà cruciale mantenere palla senza regalarla sulla trequarti. Altrimenti il Liverpool sa bene come far male con le sue frecce rapidissime.