Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

INTER NEWS

GdS – Il futuro dell’Inter passa da quattro aspetti: la seconda stella è il primo passo

Simone Inzaghi (@Getty Images)

La società nerazzurra vuole crescere ulteriormente per arrivare al top anche in Europa

Alessio Murgida

La qualificazione agli ottavi di Champions League e il titolo di campione d'inverno con un turno d'anticipo hanno portato ulteriore buon umore in casa Inter. Allenatore, giocatori e società sembrano remare tutti insieme nella stessa direzione ma il futuro del club, secondo La Gazzetta dello Sport, passa da quattro aspetti. Obiettivo principale per poter crescere è quello di aumentare i ricavi.

 Simone Inzaghi (@Getty Images)

LA STELLA - Per farlo, la seconda stella, ovvero il ventesimo scudetto della storia nerazzurra, è il primo passo. La vittoria in campionato porterebbe alle casse 23,4 milioni di euro, senza contare il privilegio di poter essere in prima fascia ai prossimi gironi di Champions (con conseguente possibilità di andare avanti).

LO STADIO - Un altro aspetto su cui lavorare per incrementare di gran lunga i ricavi è il nuovo stadio. Un impianto di proprietà nerazzurra (e rossonera secondo i progetti) permetterebbe all'Inter di incassare 100 milioni di euro in più a stagione. Una cifra troppo grande per poter essere ignorata, ecco quindi che sarà fondamentale spingere per la costruzione di un nuovo stadio in tempi più brevi possibili.

MERCATO - La gestione Marotta-Ausilio ha già dimostrato che spendere meno non vuol dire indebolirsi. Anzi, lo stesso Ausilio ha detto che l'Inter non uscirà mai meno forte al termine di una sessione di mercato. É cruciale però saper spendere con intelligenza e tenendo un occhio alla stabilità finanziaria: gli acquisti saranno sempre pesati e ragionati.

RINNOVI - La società nerazzurra ha lanciato un messaggio forte con i rinnovi di Bastoni, Lautaro e Barella (e quelli di Dimarco, Brozovic e Perisic in fase di negoziazione): l'Inter non lascerà partire le proprie stelle se non a un'offerta irrinunciabile. Acquistare bene, ma anche vendere bene (come si è visto in estate con il caso Lukaku).