Thohir: “Indispensabile aumentare il fatturato e sviluppare il brand. Voglio un management forte” E Zanetti torna a studiare

di

Intervista Thohir: direttamente dal sito ufficiale della società, inter.it, ecco la prima parte delle importanti dichiarazioni che il numero uno interista ha rilasciato nel corso dell’Assemblea dei soci di questa mattina

Sulla Società appena costituita e sulle strategie del club:
“La nuova società ricalca il modello di altre che lavorano nel campo dei media e dello sport: stiamo costituendo una nuova società che si concentrerà sull’aumento del fatturato attraverso le attività di media e di sponsorizzazione. Abbiamo reclutato una nuova persona che si occuperà della biglietteria (Luca Innocenti, ndr). Se si guardano ai primi quindici club europei in termini di fatturato, la media è di circa 260 milioni all’anno. Per arrivare a quel livello, una delle voci importanti è il ticketing: quella persona sarà importante, perché creerà delle strategie per portare all’aumento del fatturato in questo senso. 
Per noi, non è solo importante strutturare una squadra di alto livello sul campo, ma c’è anche bisogno di un management forte. Ecco perché, come ho detto ieri, non smettiamo di cercare, perché ci sono delle posizioni disponibili, come il responsabile marketing e il responsabile delle sponsorizzazioni internazionali. Con Infrontieri abbiamo siglato un accordo che riguarda l’Europa, non il resto del mondo: è importante avere anche la possibilità di siglare accordi in Cina, Sud Est asiatico, Giappone e Australia. 
Lo stesso con il marketing, perché quando guardi all’Inter a livello di brand, è importante formare un team marketing che provi a sviluppare la strategia per il club, per uno sviluppo non solo al livello europeo, ma globale. Se vogliamo superare i 200 milioni di fatturato, sarà importante sviluppare anche il settore media, il sito internet, i social network: riteniamo si tratti di importanti fonti di entrate, ma di certo ci vuole tempo”.  Su Javier Zanetti:
“Il capitano farà ancora parte del club. In questo momento, come continuo a dire, vogliamo concentrarci sulle prossime tre partite. L’ho incontrato e abbiamo parlato del fatto che la squadra abbia bisogno di ottenere più punti possibili, ma allo stesso tempo ci siamo anche confrontati sul fatto che studierà inglese e management. Credo sia importante, perché possa avere un ruolo di rilievo all’interno del club, che non abbia solo una conoscenza a livello di campo, ma anche a livello manageriale. La cosa più importante in questo momento è che lui sia ancora un nostro giocatore che possa aiutare a dare continuità di rendimento per le prossime tre partite”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy