Moratti: “Il rigore? Peccato che nessuno abbia visto!”

di

Intervistato fuori dagli uffici della Saras, Massimo Moratti ha parlato della sua Inter dopo la sconfitta contro la Roma, arrivata in seguito a una superiorità degli avversari ma anche a una successione di episodi mai favorevoli. Dal palo di Guarin al rigore ammazza partita che non era però in area di rigore. Senza dimenticare poi le evoluzioni societarie dove però si predica ancora calma.

Ma la maggior parte delle parole sono state dedicate alla gara disputata contro la Roma una gara: “Da tre punti in meno, nel senso che dobbiamo riuscire a fare meglio sfruttando al massimo le capacità dei giocatori più in forma tra quelli a disposizione. Facile appellarsi agli assenti per l’equilibrio che sanno dare alla squadra. Ma non ho nulla da recriminare ai ragazzi che ci hanno provato fino alla fine”. Un’attenzione particolare poi all’episodio del rigore: “Dispiace che nessuno dei tre arbitri che hanno seguito l’azione abbia visto. Siamo solo a inizio campionato, c’è tempo per rifarsi”.

Infine una chiusura sulla telenovela Thohir che sembra non avere mai fine: “Si dice ogni volta che può essere la settimana giusta. Vediamo, proseguiamo adagio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy