Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

AGOUME INTER MERCATO

Cosa fare con Lucien Agoume: le tre opzioni sul tavolo dell’Inter

Cosa fare con Lucien Agoume: le tre opzioni sul tavolo dell’Inter - immagine 1
Sembrava il perfetto vice-Brozovic ma l'acquisto di Asllani lo allontana dall'Inter?

Alessio Murgida

Fino a pochi mesi fa si chiacchierava molto sulla possibilità che Lucien Agoume potesse diventare il nuovo vice-Brozovic. Il francese non ha le stesse caratteristiche del numero 77 ma può sicuramente occupare quella zona di campo. Il pressing dell'Inter su Asllani, però, allontana di molto quest'ultima opzione. E allora cosa fare con Lucien Agoume? Disperdere un patrimonio importante come quello del giovane classe 2002 sarebbe un peccato e non è nemmeno nelle intenzione dei dirigenti nerazzurri.

Cosa fare con Lucien Agoume: le tre opzioni sul tavolo dell’Inter- immagine 2

A giorni il DS Piero Ausilio - come riporta La Gazzetta dello Sport - incontrerà l'entourage del giocatore (che ha disputato un'ottima stagione in prestito al Brest) per cercare delineare il futuro migliore per il talento francese. Ma quali sono i possibili scenari? Sono tre secondo la Rosea.

AGOUME RESTA ALL'INTER

É l'opzione più difficile al momento visto l'ingaggio (molto vicino) di Asllani da parte dell'Inter. Il centrocampista francese non è stato evidentemente ritenuto pronto per il ruolo di vice-Brozovic ma potrebbe risultare utile comunque in altri ruoli qualora i nerazzurri non riescano a chiudere nuovi colpi a centrocampo (dove saluteranno sicuramente Vidal e Vecino, forse Sensi e chissà Gagliardini).

Agoume Inter

AGOUME IN PRESTITO 

Se invece la squadra mercato dell'Inter dovesse riuscire a ingaggiare giocatori più forti a centrocampo, Agoume potrebbe essere girato in prestito. Le richieste in Serie A non mancheranno ma anche lo stesso Brest sarebbe ben felice di riprenderselo.

AGOUME VENDUTO 

Alcuni club tedeschi e francesi hanno già sondato il terreno per il suo cartellino ma l'Inter non vorrebbe perdere il controllo di un talento che deve ancora sbocciare del tutto. I nerazzurri non si siederanno al tavolo per meno di 10-12 milioni di euro visto l'investimento fatto qualche anno fa. In questo momento, la cifra è abbastanza alta.