Emergenza in difesa e poco cinismo: così l’Inter non ha portato a casa i tre punti

Assenti in difesa Skriniar e Bastoni, poco cinismo sottoporta: le motivazioni per cui l’Inter non è riuscita ad uscire vincente dal derby di Milano

di Martina Napolano, @OnlyLoveINTER

Il Milan non vinceva un derby contro l’Inter dal 31 gennaio 2016 e dopo 1721 giorni è riuscito a portare i tre punti a casa. Tuttosport ha analizzato quali sono stati i motivi della sconfitta dell’Inter e il primo risiede nell’assenza di ben sei calciatori, contagiati da Coronavirus, di cui due guariti tra venerdì e sabato Bastoni e Nainggolan. Tra l’altro, Conte ha dovuto fare a meno anche di Vecino. infortunato, e Sensi squalificato, ma anche di un Sanchez non al meglio.

Aleksandar Kolarov, Getty Images

L’Inter, però, dovrà chiedersi anche perché ha ceduto Godin e portato a Milano Kolarov che non è un esperto della difesa a tre. Infatti, il serbo è stato colpevole nei due gol del Milan, il primo su rigore causato da lui, il secondo per una disattenzione in difesa. I quotidiani, infatti, l’hanno fatto a pezzi nei voti e Conte dovrà trovare una soluzione per impiegarlo al meglio.

Altro problema dell’Inter è la mancanza di cinismo sottoporta. I nerazzurri hanno creato tantissime occasioni dopo la rete del 1-2 di Lukaku, ma non sono riusciti a concretizzare né con lo stesso Lukaku, né con Hakimi nel finale di gara.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy