Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

mondo calcio

Dazn spiega la causa dei problemi tecnici: promesso risarcimento

Stadio Meazza (@Getty Images)

Secondo l'azienda inglese, tutto è da imputare a un crollo di un datacenter a Francoforte

Alessio Murgida

I problemi tecnici di Dazn, che hanno fatto infuriare centinaia di persone, hanno reso la domenica complicata agli amanti del calcio. Come riporta il Corriere della Sera, il black out è iniziato con Inter-Cagliari per poi proseguire fino alle 17 di pomeriggio. Questa situazione non riguardava solo l'Italia: anche in Germania, Austria e Spagna l'applicazione era inaccessibile a causa del guasto di autenticazione del partner esterno. Il tutto, quindi, non era da imputare a problemi di banda o di server, come succedeva nel 2018. Secondo la società inglese, la colpa è di chi doveva indirizzare i profili degli abbonati all'entrata del portale della piattaforma.

Dazn ha poi spiegato e chiesto scusa per l'inconveniente: "Siamo molto amareggiati per quanto accaduto sulla nostra piattaforma e siamo assolutamente consapevoli della grande responsabilità che abbiamo nei confronti di tutti i tifosi e dell’intero mondo dello sport".

Da qui, seguiranno anche risarcimenti e sconti, e poi proseguirà l'indagine interna per determinare che cosa ha provocato lo stop. É stato reso noto il nome del partner che ha causato il guasto: si tratta di Comcast Technology Solutions, un'azienda che si occupa di telecomunicazione e ha sede negli Stati Uniti. Tutto sarebbe nato da un crollo di un datacenter di una delle sedi europee, a Francoforte.

Il quotidiano riporta inoltre una nota dell'azienda: "Malgrado il problema sia risolto, consapevoli dell’effetto che questa situazione ha avuto soprattutto sui tifosi, offriremo opportuni indennizzi a coloro che hanno riscontrato anomalie durante le partite del pomeriggio".