Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

ERIKSEN DANIMARCA

LIVE – Eriksen a Milano l’8 luglio? La norma FIFA che può aiutare l’Inter: gli aggiornamenti in diretta

Eriksen, Getty Images

Gli aggiornamenti in diretta sulle condizioni del giocatore nerazzurro

Redazione Passione Inter

Christian Eriksen, centrocampista dell'Inter, è stato vittima di un malore in campo durante la partita Danimarca-Finlandia. Il giocatore è stato immediatamente sottoposto a massaggio cardiaco da parte dei soccorsi medici. Gli aggiornamenti in diretta sulle sue condizioni:

 Christian Eriksen, Getty Images

+++ 23 GIUGNO +++

17.03 | LA NORMA FIFA CHE POTREBBE AIUTARE L'INTER SUL CASO ERIKSEN

Il futuro da calciatore di Christian Eriksen è una questione di cui non disponiamo ancora risposta e che, con calma e rispetto, si risolverà. Intanto, Calcio e Finanza prova a fare il quadro della situazione. La testata riporta che esiste una norma FIFA, presente all'interno di FIFA Club Protection Programme 2019-2022, che potrebbe in parte coprire il costo dello stipendio del danese. L'assicurazione FIFA, in caso di malattie cardiache o ictus, può coprire fino alla cifra massima di 7,5 milioni di euro. La grande parte dello stipendio lordo di Eriksen che attualmente percepisce 9,8 milioni di euro.

+++ 22 GIUGNO +++

23.31  | GIOIA DANIMARCA: ARRIVANO GLI APPLAUSI DI ERIKSEN

Christian Eriksen, con una storia sul profilo ufficiale Instragram, ha voluto complimentarsi con i propri compagni di squadra per la super prestazione di stasera contro la Russia:

23.01 | DANIMARCA-RUSSIA, L'ESULTANZA DI CHRISTENSEN PER ERIKSEN 

La Nazionale danese ha battuto 4-1 la Russia, strappando così il ticket per gli ottavi di finale all'ultimo soffio. Il gol del 3-1, segnato dal difensore Christensen, ha una speciale dedica per il compagno di squadra di Christian Eriksen, il numero 10 della Danimarca:

 Christensen, via Getty Images

10.24 | CONTATTO ERIKSEN-INTER NEI PROSSIMI GIORNI

Come riportato da La Gazzetta dello Sport, nei prossimi giorni è prevista anche una videochiamata tra il fantasista danese e l'Inter, nella quale verrà stabilito il programma delle settimane a venire. Eriksen oggi comunque sosterrà la Danimarca direttamente dalla sua casa di Odense e non è escluso che in giornata si faccia sentire pubblicamente, attraverso la Federazione, per incitare i compagni.

08.40 | LE ULTIME SULL'ASSICURAZIONE

Eriksen potrebbe rimanere con il defibrillatore sottocutaneo e in tal caso la sua carriera in Italia sarebbe finita. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, se non sarà ceduto subito, l'assicurazione stipulata dalla Fifa e valida per tutte le competizioni internazionali, contribuirà al pagamento di una bella fetta dell'ingaggio del danese.

+++ 21 GIUGNO +++

08.00 | GLI EVENTUALI TEMPI DI RECUPERO

In ogni caso, anche nell’ipotesi più ottimistica, ovvero che a metà luglio si capisca che il problema al cuore è correggibile, il ritorno all’attività agonistica avrebbe comunque tempi lunghissimi. Si parla di almeno sei mesi dalla data dell’intervento di giovedì, prima di poter pensare di arrivare a una visita di idoneità. Il suo 2021 si è chiuso in anticipo.

07.55 | ERISKEN TORNERA' A GIOCARE?

Pare sia ormai acclarato che si sia trattato di una miocardite, per capire se quest'infiammazione è correggibile serviranno ulteriori esami. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, il defibrillatore diventerebbe permanente e in Italia il danese non potrebbe più scendere in campo. In caso contrario, invece, si aprirebbero scenari molteplici. Tra cui la possibilità di continuare a giocare non solo all’estero, ammesso che lo stesso Eriksen voglia continuare a farlo.

07.49 | COME FUNZIONA L'ASSICURAZIONE

Nel momento dell’acquisto dal Tottenham, l'Inter ha stipulato un’assicurazione sul cartellino di Eriksen: come riportato da La Gazzetta dello Sport, non era obbligatorio farlo, neppure scontato, ma è un discorso che potrebbe tornare buono nella malaugurata ipotesi che il giocatore debba smettere di giocare.

07.44 | ERISKEN AL RADUNO DELL'INTER

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, l'Inter starebbe pensando di far venire Eriksen a Milano per l’8 luglio, per il giorno del raduno della nuova Inter di Simone Inzaghi. Una scelta simbolica, un segnale di vicinanza da parte del club, che lo sente ancora parte integrante del gruppo. L'Inter lo aspetta e vuole mostrarlo non solo con la lettera.

+++ 20 GIUGNO +++

16.39 | LA MOGLIE DI ERIKSEN: "CHRIS STA BENE, CHIEDIAMO SOLO TRANQUILLITÁ"

Come riportato da La Gazzetta dello Sport, la famiglia Eriksen è tornata a casa e la moglie del giocatore, Sabrina, ha parlato dopo i sette giorni di ricovero del marito: "Christian sta bene. Adesso siamo qui e abbiamo soltanto bisogno di un po' di riposto e di tranquillità".

Il mondo interista si stringe attorno a Christian Eriksen, dedicando una commovente lettera al calciatore dimesso ieri dall'ospedale: "

"Non sono stati giorni normali, quelli che abbiamo contato da sabato, da quei momenti che ci sono parsi così lunghi e senza senso, da quello che volevamo fosse solo un brutto sogno. Per fortuna, dagli incubi, anche i più brutti, ci si sveglia.

Nel silenzio rispettoso di questi giorni abbiamo condensato tutti i nostri pensieri, le nostre preghiere, anche i sospiri: quelli di sollievo, per le foto e i comunicati arrivati da un luogo che fino a qualche giorno fa non conoscevamo, il Rigshospitalet di Copenaghen.

Forza Chris, l’Inter e tutti gli interisti sono con te!"

Christian Eriksen potrà tornare a giocare? La domanda sta animando gli interrogativi dei tifosi di tutto il mondo, ma la risposta non è semplice. Di questo ha parlato il cardiologo Andreini sulle colonne de La Gazzetta dello Sport, specificando comunque che per capirlo servirà ancora un po' di tempo.

Le sue parole: "Per rispondere in maniera adeguata dovremmo avere un quadro clinico completo. Ci sarà una relazione molto circostanziata per dedurre cosa è successo nella fase acuta. E poi per capire la diagnosi reale e precisa. Ci vorranno dei controlli e non prima di sei mesi sarà possibile capire se il defibrillatore potrà essere espiantato. Ma bisogna ponderare tutto con estrema cautela prima di arrivare ad una eventuale un’idoneità sportiva".

+++19 GIUGNO+++

Christian Eriksen è stato dimesso dall'ospedale, a comunicarlo la stessa federazione danese: "Eriksen ha subito una operazione conclusa con successo ed è stato dimesso in ospedale. Oggi ha visitato la nazionale ad Helsinger, ora andrà a casa e passerà del tempo con la famiglia".

Lo stesso Eriksen ha mandato un messaggio: "Grazie per il grande numero di messaggio, è stato incredibile da vedere e sentire. L'operazione è andata bene ed io mi sento meglio. È stato bellissimo vedere quanta gente mi è stato accanto nella partita di ieri".

11.15 | NESSUN VIAGGIO DELL'INTER IN DANIMARCA

Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport,Marotta e Volpi non voleranno a Copenaghen: c'è stato un contatto tra le parti e il centrocampista sarà lasciato tranquillo e sereno con i suoi cari. Eriksen a luglio volerà a Milano per un nuovo ciclo di esami e per capire la sua situazione.

Dopo aver già fatto il punto sugli aspetti normativi che potrebbero costringere Eriksen a lasciare il calcio italiano, La Gazzetta dello Sport questa mattina ha approfondito i discorsi legati all'assicurazione. L'Inter avrà infatti diritto durante l'indisponibilità del ragazzo ad una copertura totale dell'ingaggio versato al calciatore. E, qualora non dovesse ottenere l'ok per tornare a giocare, potrebbe anche chiedere la rescissione del contratto.

8.13 | ERIKSEN COSTRETTO A SALUTARE L'ITALIA

Come riportato questa mattina dal Corriere dello Sport, qualora dovesse essere una soluzione permanente quella legata al defibrillatore cardiaco che è stato impiantato nella giornata di ieri nel cuore del fantasista dell'Inter, potrebbe essere costretto a lasciare il campionato italiano dove le regole non gli consentirebbero di giocare, a differenza di Premier League ed Eredivise. L'assicurazione Uefa copre il club solo in caso di addio al calcio da parte di Eriksen, dovesse proseguire altrove dovrebbe invece essere ceduto. Ma la società nerazzurra non ha perso le speranze.

Come riportato da La Gazzetta dello Sport, l'intervento è stato completato e oggi ci saranno le dimissioni dall'ospedale, in questo modo, Eriksen potrà tornare dalla sua famiglia a casa in Danimarca. Non ci sono ancora certezze, ma la causa dell'arresto cardiaco potrebbe essere stata una miocardite. Ora Christian, sotto pelle, ha un defibrillatore che, in caso di aritmie, si attiva: ora le vie sono due. Nel caso in cui l'impianto elettronico dovesse restare in modo temporaneo, per lui non ci sarebbero possibilità di tornare a giocare, in Italia quanto meno. Tra 4/5 settimane ci saranno ulteriori esami.

+++ 18 GIUGNO +++

18.11 | GLI APPLAUSI AL 10' DI DANIMARCA-BELGIO

L'intero stadio Parken di Copenaghen, con i tifosi presenti, ha tributato un minuto di applausi per Christian Eriksen al 10' minuto di gioco di Danimarca-Belgio: le due squadre hanno messo fuori il pallone e hanno così consentito di onorare il nome di Christian Eriksen con un'operazione che era peraltro stata preannunciata. In prima linea ad applaudire il danese, ovviamente, Romelu Lukaku.

17.58 | ERIKSEN, L'OMAGGIO PRIMA DI DANIMARCA-BELGIO

Una gigantesca maglietta di Christian Eriksen ha fatto la sua comparsa sul terreno di gioco nei minuti antecedenti il calcio d'inizio di Danimarca-Belgio: è questo l'omaggio che la UEFA ha voluto fare in onore del calciatore danese, vittima sabato scorso di un attacco cardiaco in campo nella partita contro la Finlandia e salvato grazie all'intervento dei medici. E' inoltre previsto che oggi, al 10' minuto di gioco, le squadre mettano fuori il pallone per dedicare un applauso al giocatore.

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, il futuro del danese resta un rebus. Fra 3-4 settimane Eriksen sarà nuovamente visitato, bisognerà capire se il defibrillatore è temporaneo oppure se sarà permanente. Ci sono all’estero calciatori che giocano con un impianto simile installato, ma in Italia questo non è possibile.

Comunicato ufficiale della Nazionale Danese: "Dopo aver sentito il parere di specialisti di fama nazionale e internazionale, e di comune accordo con il calciatore, a Christian Eriksen verrà 'installato' un defibrillatore cardiaco impiantabile".

+++ 17 GIUGNO +++

18.35 LUKAKU ANNUNCIA: "ANDRO' A TROVARE ERIKSEN"

Romelu Lukaku è appena sbracato a Copenaghen, dove giocherà con il suo Belgio. Intervenuto in conferenza stampa, ha espresso la volontà di andare a trovare Eriksen: "Voglio recarmi in ospedale, ne ho già parlato con il ct. Ora gli lascio passare del tempo in famiglia, dopo la partita gli invierà un messaggio". 

16.11 | HJULMAND: "ERIKSEN DOMANI GUARDERA' LA PARTITA"

Kasper Hjulmand, ct della Nazionale danese, in conferenza stampa è tornato a parlare delle condizioni di Christian Eriksen. Ecco le sue parole: "Penso che domani Christian indosserà la sua maglia e guarderà la partita. È pazzesco, perché l'ospedale è proprio accanto allo stadio, lo vede quando guarda fuori dalla finestra. Probabilmente sarà in grado di ascoltare tutti i cori allo stadio, quindi è una situazione un po' folle per Christian".

08.20 | LUKAKU BLOCCATO

Il centravanti dell’Inter, assieme a Jan Vertonghen, ex compagno di Eriksen al Tottenham, ha chiesto ufficialmente di poterlo vedere per qualche secondo in ospedale. I tempi stretti e il codice rigido rendono difficile la realizzazione del progetto: il Belgio è in bolla, nessuno può muoversi, e l’ospedale non consente visite supplementari. Probabile che i due si rivedano solo a Milano.

08.16 | L'INTER ASPETTERA' ERISKEN

La situazione è in divenire e nessuna porta al momento è chiusa. Il club nerazzurro, secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, aspetterà con tutta la prudenza del caso l’eventuale ritorno del proprio gioiello. Anzi, qualora in un tempo rapido fosse possibile prendere un aereo, non è da escludere che lo stesso giocatore torni presto a Milano: a quel punto l’Inter potrebbe sottoporlo a ulteriori analisi.

08.12 | L'INTER VOLA DA ERIKSEN

Una delegazione del club (composta dall’a.d. Beppe Marotta, il d.s. Piero Ausilio e il direttore medico dell’Inter, Piero Volpi) è pronta a volare in Danimarca non prima del weekend, una volta che Eriksen verrà dimesso dal Rigshospitalet. L'Inter vuole usare tutta la delicatezza che la situazione impone. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, da un lato Eriksen ha bisogno di massimo riposo e nessuno stress, dall’altro verrà rispettata la giurisdizione danese sull’argomento. Lo staff medico nerazzurro è, comunque, in continuo contatto con i colleghi della nazionale: non c’è informazione clinica che non venga condivisa praticamente in tempo reale.

08.08 ERIKSEN ANCORA IN OSPEDALE: LE ULTIME SUL RIENTRO

Il fantasista danese, secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, non sarà dimesso oggi. E i medici stanno cercando la causa: male ereditario o miocardite? Solo in caso di infiammazione, il suo futuro non sarebbe a rischio, nel caso di un malattia ereditaria del muscolo cardiaco, quindi congenita e mai scoperta prima, servirà impiantare un defibrillatore automatico nel cuore, sottocute. Tornare a fare uno sport di contatto a quel punto è eventualità da escludere, perché il defibrillatore può rompersi in caso di urto violento. Ipotesi numero tre: una malattia del nodo del seno, anche in questo caso la carriera di Eriksen sarebbe a rischio.

+++ 16 GIUGNO +++

17.01 | DE VRIJ: "LUNEDÌ É STATO DIFFICILE DORMIRE"

De Vrij, difensore dell'Inter, ha parlato ad Ad.nl a due giorni dal prossimo impegno della Nazionale olandese. Il centrale ha commentato quanto successo al suo compagno nerazzurro Christian Eriksen: "É stato spaventoso. Ho avuto problemi a dormire sabato notte. Gli ho mandato un messaggio ma ovviamente deve ancora rispondermi. Nella chat di gruppo ci ha rassicurati che stesse bene e questo è l'importante".

09.45 | LUKAKU VUOLE FAR VISITA AD ERIKSEN

Come riportato da Tuttosport, l'attaccante dell'Inter avrebbe preso informazioni sul possibile blitz, sfruttando l'occasione della sfida proprio tra Danimarca e Belgio in programma giovedì. Con Lukaku potrebbero esserci anche Alderweireld e Vertonghen, ex compagni di squadra di Eriksen al Tottenham.

Christian Eriksen rompe il silenzio con un post emozionante pubblicato sui propri canali social. Il fantasista dell'Inter e della Nazionale danese ha rassicurato tutti sulle proprie condizioni di salute e ha ringraziato per la vicinanza mostrata nelle ultime ore.

08.27 | ERIKSEN E L'OMAGGIO IN DANIMARCA-BELGIO

Come riportato dal Corriere dello Sport,Eriksen verrà omaggiato giovedì durante Danimarca-Belgio. Quando l'orologio dello stadio avrà toccato i 10 minuti, gli spettatori si alzeranno e applaudiranno per un minuto.

07.55 | STAFF E GIOCATORI: LA FAMIGLIA INTER NON MOLLA ERIKSEN

Quando è possibile, Eriksen rassicura i compagni di squadra dell'Inter dalla sua stanza del Rigshospitalet di Copenaghen. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, il centrocampista danese ha avuto modo di parlare anche con lo staff medico nerazzurro, confermando le indicazioni delle precedenti ventiquattro ore. Eriksen ha rassicurato nuovamente i sanitari nerazzurri: si sente bene, sta ultimando gli esami clinici per avere un quadro più chiaro di tutta la faccenda, anche se intanto continua a chiedersi come sia potuto accadere tutto questo. La squadra, così come la dirigenza del club, d’accordo con lo staff medico dell’ospedale e della nazionale danese, vuole evitare di sollecitare troppo Chris, che ha bisogno di tanto riposo.

07.50 | VISITE SPECIALI PER ERIKSEN: BLITZ DELL'INTER IN VISTA?

Kjaer e Schmeichel hanno fatto visita al loro numero 10, mentre anche l'inter sta pensando di raggiungere la Danimarca. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, lo staff medico nerazzurro potrebbe fare un blitz a Copenaghen per mostrare la propria vicinanza al giocatore. La decisione è attesa nelle prossime ore, i contatti sono continui tra le parti.

07.45 | ERIKSEN E LA PIZZA IN OSPEDALE

Christian Eriksen ha ordinato ieri sera una pizza, l'ennesimo buon segnale sulle sue condizioni di salute. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, le dimissioni potrebbero arrivare a breve ma il danese verrà monitorato ripetutamente nei prossimi giorni. Possibile che vengano eseguiti diversi esami, anche a giorni di distanza, per andare fino al fondo al problema.

07.35 | ERIKSEN VERSO LE DIMISSIONI: RITORNO AL CALCIO POSSIBILE

Secondo quanto riportato da La Repubblica, il fantasista della Danimarca potrebbe lasciare l'ospedale già nelle prossime ore e spinge per essere presente allo stadio per la sfida contro il Belgio. Gli esami indicano che non c'è stato danno per il cuore e che la soluzione per il ritorno al calcio potrebbe essere possibile.

+++ 15 GIUGNO

23.52 | LA FEDERAZIONE DANESE CREA UN'EMAIL PER POTER SALUTARE ERIKSEN

"Sono arrivati così tanti messaggi a Christian, a sua moglie e ai suoi figli che li abbiamo messi tutti insieme in un video". Così recita il tweet della Federazione danese che, inoltre, ha deciso di istituire un'email per mandare un saluto a Christian Eriksen. Di seguito, l'indirizzo mail: ce10@dbu.dk.

18.55 | HOJBJERG: "QUEL FACETIME CON ERIKSEN"

Pierre-Emile Hojbjerg, centrocampista della Danimarca, ha parlato al sito della UEFA del malore di Eriksen di sabato scorso: "Per me la cosa più importante è che Christian stia bene e che la famiglia sia con lui. Ciò che conte è che Christian stia meglio. Se sta bene io sto bene. Abbiamo parlato con lui domenica ed è stato importante, ha detto che dobbiamo andare avanti ed essere pronti per la partita di giovedì. Eravamo seduti tutti insieme e lui era collegato con Facetime. Tutti di fronte a lui, è stato fantastico".

18.11 | LA NOTA DELLA FEDERAZIONE DANESE E IL RINGRAZIAMENTO AI MEDICI

La Federcalcio danese ha diramato una nota ufficiale per aggiornare tutti sulle condizioni di Christian Eriksen. Ecco il comunicato:

"Vorremmo rivolgere il nostro pensiero a Christian Eriksen e alla sua famiglia, ringraziando al tempo stesso i giocatori, l'allenatore, nonché lo staff medico della squadra e tutti coloro che hanno gestito la difficile situazione in questi giorni. Un grazie anche a tutti i fan per il vostro fantastico supporto a Christian nella difficile situazione. La maggior parte di noi era presente allo stadio sabato sera e non vedeva l'ora di assistere alla storica partita dgli Europei, anche per il ritorno di tanti tifosi allo stadio. Abbiamo tutti trattenuto il fiato nel momento in cui Christian Eriksen è caduto a terra, poco prima dell'intervallo. Siamo tutti sollevati dal fatto che Christian sia rapidamente migliorato e ora si trovi in condizioni stabili al Rigshospitalet. Siamo contenti che sia con i suoi cari e in contatto con i suoi compagni di squadra della Nazionale. Ringraziamo il medico della Nazionale e il personale sanitario per l'azione rapida ed efficace, nonché il gruppo squadra e lo staff per la gestione della situazione in questi giorni. La collaborazione tra le parti vista in un momento così delicato è encomiabile. I nostri migliori pensieri a Christian Eriksen e alla sua famiglia".

17.07 | MURALES PER ERIKSEN

Davanti al ​Rigshospitalet, l'ospedale di Copenhagen in cui è ricoverato il fantasista dell'Inter, è infatti apparso un nuovo murale a lui dedicato. Semplicemente Christian Erisken con un 10 circondato di cuori rossi e la scritta "uno per tutti, tutti per uno". 

16.41 | ERIKSEN PRESTO DIMESSO

Secondo quanto riportato da Sportmediaset, il fantasista dell'Inter potrebbe essere dimesso martedì dall'ospedale a tre giorni dall'arresto cardiaco durante la gara con la Finlandia se anche gli ultimi controlli saranno negativi. I compagni gli hanno parlato in videochiamata, mentre il portiere Kasper Schmeichel e il capitano Simon Kjaer gli hanno fatto visita domenica mattina.

11.45 | SCHMEICHEL: "E' STATO BELLO RIVEDERLO"

Le parole del portiere del Leicester al termine della conferenza stampa: "Sono andato a trovarlo ieri ed era di buon umore. È stato bello rivederlo. È stata un'esperienza terribile per tutti. E' chiaro che lui e la sua famiglia sono molto toccati dalla situazione. La cosa più importante per tutti noi è che stia bene, questo è ciò per cui ci impegniamo e che ci consente di andare avanti". 

11.36 | LE PAROLE DEL RESPONSABILE DELLA COMUNICAZIONE DANESE

Nuovi aggiornamenti sullo stato di salute del danese nel corso di una conferenza stampa: "È una situazione ancora particolare. Siamo stati nuovamente in contatto con Christian Eriksen oggi. Le sue condizioni restano buone e stabili. Ha bisogno di fare ulteriori esami oggi".

10.18 | L'INTER ASPETTA ERIKSEN E CONTERA' SU DI LUI

Dopo il messaggio sulla chat di squadra di sabato sera, come riferisce il Corriere dello Sport, ieri Christian Eriksen ha risposto ad alcuni messaggi dei giocatori dell'Inter, rassicurando tutti dicendo di sentirsi bene e ha dato appuntamento a dopo le vacanze. Il danese vuole tornare in campo, lo ha già detto chiaramente, ma prima bisognerà capire se c'è una patologia dietro l'aritmia cardiaca. L'Inter punta su Eriksen per la prossima stagione ma purtroppo non può essere esclusa una forzata conclusione della sua carriera: in tal caso ci sarebbero le assicurazioni stipulate dal club a dare sollievo dal punto di vista economico, ma sarebbe una grave perdita a livello tecnico.

9.58 | GLI ESAMI E LE IPOTESI PER IL FUTURO 

Come riferisce La Gazzetta dello Sport, gli esperti del caso sono tutti d'accordo: solo test clinici e strumentali indicheranno le cause del malore che ha colpito Christian Eriksen, epilessia e covid per ora non convincono. Per il ritorno in campo c'è una certezza e un dubbio: i controlli in Italia sono svolti nel migliore dei modi, ma al via della Serie A sarà difficile vederlo.

Martin Schoots, storico procuratore di Christian Eriksen, ha raccontato del buon umore del ragazzo nelle ultime ore: "Ha scherzato, era di buon umore, l’ho trovato bene. Vogliamo tutti capire cosa gli sia successo, vuole farlo anche lui: i medici stanno facendo degli esami approfonditi, ci vorrà del tempo. Era felice, perché ha capito quanto amore ha intorno. Gli sono arrivati messaggi da tutto il mondo".

00.22 | OLANDA, LE LACRIME DI BLIND: "ERIKSEN? HO RIVISTO QUELLO CHE É SUCCESSO A ME"

Daley Blind, difensore della Nazionale olandese, è scoppiato in lacrime al fischio finale della vittoria contro l'Ucraina. Il giocatore dell'Ajax ebbe un problema cardiaco nel 2019. Queste sono state le sue parole: "Eriksen? Quello che è successo ieri sera ha avuto un grande impatto su di me. Non solo perché Christian è un mio caro amico, ma anche per quello che è successo a me. Ho dovuto superare un ostacolo mentale per scendere in campo stasera, fino all'ultimo stavo pensando di non scendere in campo. Adesso sono al sicuro, ho avuto questa garanzia dai medici”.

+++ 14 GIUGNO +++

La Curva Nord di San Siro, catino della tifoseria interista, ha dedicato oggi uno striscione a Simon Kjaer, capitano della Danimarca e difensore centrale del Milan, protagonista di un rapido primo soccorso a Christian Eriksen in occasione del malore occorso al calciatore nella gara di ieri: "Onore a Kjaer, grande uomo e capitano", scrive, con grande sportività, la Curva Nord.

Con uno striscione, la Curva Nord dell'Inter ha diffuso un messaggio in favore di Christian Eriksen, vittima di un malore ieri durante la partita Danimarca-Finlandia e ora, fortunatamente, fuori pericolo: "Christian la Nord sarà sempre al tuo fianco", scrivono i tifosi nerazzurri.

Così José Mourinho, attuale tecnico della Roma ed ex allenatore di Christian Eriksen al Tottenham, dopo le ultime confortanti notizie successive al malore del calciatore danese: "Oggi non riesco a smettere di pensare a quello che è successo ieri. Penso che sia un giorno per festeggiare, non per essere tristi. Per fortuna il calcio è andato in una direzione con più organizzazione, protocolli, livello dei medici e degli specialisti. E credo che anche Dio stesse guardando il calcio in quel momento. Alla fine possiamo festeggiare perché Christian è vivo. Certo, non ho parlato con lui, ma ho parlato con Hojbjerg questa mattina e Pierre è molto positivo su Christian. Le notizie sono buone, quindi penso che sia un momento per festeggiare".

Milan Skriniar, difensore dell'Inter e della Slovacchia, ha commentato, dal ritiro della propria Nazionale a Euro 2020, l'episodio del malore accusato da Christian Eriksen durante Danimarca-Finlandia di ieri: "E' stato qualcosa di terribile - ha dichiarato - Anche io ho avuto molta paura. Ci siamo scritti sulla nostra chat WhatsApp dell'Inter. Lì Christian ci ha dato la notizia che stava bene. Credo tornerà sui campi di calcio quanto prima".

18.36 | LAINER, DEDICA A ERIKSEN DOPO IL GOL

Stefan Lainer, calciatore dell'Austria, dopo aver sbloccato il match di questa sera contro la Macedonia, ha esibito di fronte alle telecamere dello stadio una maglietta con su scritto, a pennarello, "Eriksen stay strong". Si tratta dell'ennesimo messaggio di vicinanza dal mondo del calcio al giocatore della Danimarca e dell'Inter, che ieri è rimasto senza sensi in campo per un malore.

10.54 | ULTIMO AGGIORNAMENTO DALLA FEDERAZIONE DANESE SULLE CONDIZIONI DI CHRISTIAN ERIKSEN

La Federazione danese riporta un ultimo aggiornamento sulle condizioni di Christian Eriksen direttamente dal proprio profilo Twitter: "Questa mattina ha parlato con i dirigenti della Danimarca: è stabile e rimane in ospedale per ulteriori accertamenti. Grazie a tutti per la vicinanza ed i messaggi di affetto".

08.22 | LE PAROLE DEL RESPONSABILE DELL'AREA MEDICA DELL'INTER PIERO VOLPI

"Abbiamo passato una brutta ora, non solo io ma tutta la famiglia del nostro club. Nei prossimi giorni Christian sarà sottoposto ad esami approfonditi. L'importante è che stia bene, ma mai c'era stato nessun episodio che, neppure lontanamente, potesse far intravedere un problema, né quando era al Tottenham, né tantomeno all'Inter. In Italia i controlli sono molto rigidi". Ha parlato così Piero Volpi, capo dello staff medico dell'Inter, ai microfoni de La Gazzetta dello Sport.

08.04 | L'INTER IN COSTANTE CONTATTO CON LA FEDERCALCIO DANESE

Fin dai primissimi minuti successivi al drammatico episodio, l'Inter ha allacciato i contatti con la Federazione danese per ricevere aggiornamenti costanti sulle condizioni di salute di Christian Eriksen. A partire dal momento in cui è stato posto sulla barella e portato poi in ospedale in ambulanza, dalla Danimarca erano già arrivate le prime rassicurazioni: "Christian è vigile e cosciente".

07.56 | ERIKSEN, IL PUNTO SULLE SUE CONDIZIONI DI SALUTE

La Gazzetta dello Sport di stamattina fa il punto sulle condizioni di salute di Christian Eriksen, colpito ieri sera da un malore durante Danimarca-Finlandia. "Christian resterà ricoverato per qualche giorno, il suo campionato Europeo può considerarsi già concluso, anche se a domanda precisa la federazione danese ieri sera non ha risposto. Ma adesso il calcio passa in secondo piano. Andranno accertate le cause che hanno portato Christian Eriksen ad accasciarsi a terra e il suo cuore a fermarsi, rendendo necessario il massaggio cardiaco", scrive il quotidiano.

+++ 13 GIUGNO +++

23.56 | Dopo Belgio-Russia e Marocco-BurkinaFaso, sia Romelu Lukaku che Achraf Hakimi hanno dedicato i loro rispettivi gol a Christian Eriksen, colpito da un malore ma al momento, per fortuna, in condizioni stabili e fuori pericolo.

23.47 | Anche l'amministratore delegato dell'Inter Beppe Marotta, ai microfoni di Rai Sport, ha commentato la vicenda che ha colpito Christian Eriksen, confermando che, per fortuna, il ragazzo sembra ora fuori pericolo: "Abbiamo visto immagini dure che facevano presagire qualcosa di drammatico e che purtroppo abbiamo anche visto sui nostri campi. Per fortuna non è stato così grazie all'intervento dei compagni, della struttura sanitaria presente allo stadio e quindi adesso siamo qui a raccontare una vicenda i cui i risvolti non sono drammatici, bensì migliori rispetto a quanto poteva essere. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno espresso messaggi di affetto, Altobelli faceva riferimento agli avversari sportivi ma lo sport ancora una volta si è veramente dimostrato di altissimo valore. C'è stata grande unità, vicinanza rispetto ad un giocatore che rappresentava in quel momento la Nazionale danese".

23.25 | Morten Boesen, medico ufficiale della Danimarca, ha raccontato i momenti concitati in cui si è consumato il malore che, al 43' del primo tempo di Danimarca-Finlandia, ha colpito Christian Eriksen: "Siamo stati chiamati in campo appena Christian è caduto: non lo vedevo, ma era abbastanza chiaro che avesse perso conoscenza. Quando siamo arrivati da lui era su un fianco: respirava e gli ho sentito il polso. Ma all'improvviso non c’era più battito e abbiamo cominciato il massaggio cardiaco. L'aiuto è arrivato veramente, veramente in fretta dallo staff medico e con la loro collaborazione siamo riusciti a fare quello che dovevamo fare. Abbiamo cominciato a intervenire per tenerlo in vita. Per fortuna lui si è aggrappato alla vita".

20.31 | RIPRESA DANIMARCA-FINLANDIA, É STATO LO STESSO ERIKSEN A CHIEDERLO 

Come comunicato dal direttore della Federazione danese Peter Møller a DR, Christian Eriksen ha parlato con i compagni di squadra e sarebbe stato lui stesso a chiedere ai giocatori di riprendere il match di EURO 2020.

20.11 | CONTE SI UNISCE AI MESSAGGI DI FORZA PER ERIKSEN 

Antonio Conte, ex allenatore dell'Inter, si unisce al grido di forza per Christian Eriksen arrivato sui social con una storia Instagram:

20.08 | DANIMARCA-FINLANDIA RIPRENDERÁ ALLE 20.30

Come comunicato dalla UEFA, la partita di EURO 2020 tra Danimarca e Finlandia riprenderà alle 20.30 su espressa richiesta da parte dei giocatori.

20.04 | IL PAPÁ DI ERIKSEN: "RESPIRA E PUÓ PARLARE"

Come riportato dal giornalista di Sky Sport, Fabrizio Romano, l'agente di Christian Eriksen, Martin Schoots, ha parlato con il papà di Eriksen: "Chirstian è sveglio e respira. Può parlare". 

19.51  | ARRIVA ANCHE IL MESSAGGIO DELLA SOCIETÁ: "OGNI PENSIERO É PER TE CHRIS"

É arrivato anche il messaggio da parte della società nerazzurra, tramite un tweet sul profilo ufficiale dell'Inter:

19.45  | IL MESSAGGIO DI ZHANG: "FORZA CHRIS"

Steven Zhang, presidente dell'Inter, ha mandato un messaggio a Christian Eriksen con una storia su Instagram:

19.39 | MAROTTA: "CAUTO OTTIMISMO"

Giuseppe Marotta, dirigente nerazzurro, in contatto diretto con la Federazione danese, ha parlato così ai microfoni di Sky Sport: "C'è cauto ottimismo".

19.37  | COMUNICATO DELLA DANIMARCA: "CHRISTIAN É SVEGLIO"

Con un comunicato ufficiale su Twitter, la Federazione danese ha aggiornato sulle condizioni di Christian Eriksen: "É sveglio e sarà sottoposto a ulteriori esami. La partita è momentaneamente sospesa".

19.29 | UEFA: "CHRISTIAN ERIKSEN É STATO STABILIZZATO"

Come comunicato dalla Uefa, tramite un tweet sull'account ufficiale, le due squadre si sono riunite e ulteriori informazioni verranno comunicate alle 19:45. Nel tweet, intanto, si legge che Christian Eriksen è stato trasportato in ospedale ed è stato stabilizzato.

19.23  | LA FOTO CHE FA SPERARE

Una fotografia che dà un po' di speranza in questi momenti pieni di paura: Eriksen con gli occhi aperti in apparente stato di coscienza.

19.18 | ERIKSEN HA LASCIATO LO STADIO ANCORA IN STATO STABILE 

Come riportato da BeIn Sport, il giocatore danese ha lasciato lo stadio di Copenaghen in uno stato stabile e ancora in vita.

19.10 | ERIKSEN HA RAGGIUNTO L'OSPEDALE PIÚ VICINO

Come riportato da La Gazzetta dello Sport, il giocatore nerazzurro ha lasciato lo stadio intubato ed ha raggiunto il vicinissimo ospedale Rigshospitlaet.

18.57 | DANIMARCA-FINALNDIA É STATA SOSPESA

A seguito dell'emergenza medica, la partita di EURO 2020 tra Danimarca e Finlandia è stata sospesa.

tutte le notizie di