Ferri: “Inter-Juve? Uno sbaglio pensare i bianconeri siano sazi. Futuro? L’idea della società è di portare campioni”

L’ex difensore nerazzurro ha parlato anche della corsa Champions e del dualismo tra Lautaro Martinez e l’ex capitano interista

di Andrea Ilari

A 5 gare dal termine del campionato molto riguardo l’esito della stagione nerazzurra passerà dalla sfida contro la Juventus in programma sabato sera a S. Siro. Se infatti l’Inter occupa saldamente il terzo posto in classifica con un discreto margine di vantaggio sulle dirette inseguitrici, un risultato negativo potrebbe rendere le ultime 4 giornate, considerando anche la sfida con il Napoli alla penultima, un po’ più complicate. Intervenuto all’interno di Diretta Sportiva Riccardo Ferri, noto ex calciatore interista, ha parlato della stagione nerazzurra. Molti i temi affrontati dall’ex difensore, dal Derby d’Italia, al futuro di Icardi e Spalletti:

CORSA CHAMPIONS –La paura non porta da nessuna parte, adesso per l’Inter c’è la consapevolezza di poter raggiungere il traguardo in anticipo rispetto allo scorso anno in cui la qualificazione in Champions arrivò al fotofinish. Al di là del calendario che può essere un po’ più difficile delle dirette concorrenti, credo che al di là della gara importante con la Juve, l’Inter possa raggiungere il traguardo in fretta, pur avendo avuto un percorso altalenante ma come tutte le altre del resto a parte la Juve“.
INTER-JUVENTUS –Sono fiducioso, quella con i bianconeri è una sfida che non c’è bisogno di preparare, credo sia uno stimolo misurarsi con avversari che stanno dominando il campionato da 8 anni.
Da nerazzurro, credo sia sbagliato approcciare la partita pensando che la Juve sia sazia, l’atteggiamento deve essere quello di una squadra che si gioca un obiettivo al di là di chi affronti. Si deciderà molto nei primi 60 minuti, chiaro che se nel finale la Juve fosse sotto inconsciamente potrebbe mollare un po’, ma l’Inter deve pensare a se stessa“.
ICARDI-LAUTARO –Credo che tutti siano indispensabili, facendo un parallelo tra Lautaro ed Icardi penso che Mauro abbia un taglio diverso ma Spalletti li vede tutta la settimana e bisogna capire anche mentalmente i giocatori come stanno, le scelte sono nell’interesse del collettivo e Spalletti sceglierà prendendosi la responsabilità“.
FUTURO ICARDI E SPALLETTI –Adesso si può dire tutto, intanto c’è un obiettivo, e quindi vanno tutelati tutti. Mi auguro che il futuro dell’Inter sia la Champions al di là di Icardi e Spalletti e vedo che la società vuole fare una squadra competitiva, di grandissimo livello, mi auguro arrivino giocatori che possano alzare l’asticella. Abbiamo visto con Ronaldo quest’anno i suoi compagni hanno migliorato la loro qualità, prendo ad esempio il salto di Bernardeschi, più campioni porti più crescono tutti questo deve essere l’obiettivo dell’Inter e mi pare che la società sia orientata ad andare in quella direzione“.

Verso Inter-Juve, l’allenamento suggerisce la formazione: Borja davanti a Brozovic, ecco chi tra Lautaro e Icardi

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy